Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Circoli dell'ambiente: "bene Clini su termovalorizzatori"


Circoli dell'ambiente: 'bene Clini su termovalorizzatori'
02/02/2012, 16:02

Il Ministro Clini ha annunciato che "Il commissario Ue all'Ambiente si è detto disponibile a scongelare i fondi di coesione non per le discariche, ma soltanto per la raccolta differenziata e gli inceneritori per il recupero di energia".

“È indispensabile che si avviino immediatamente le procedura per la costruzione degli impianti di valorizzazione energetica del rifiuto ed è altrettanto necessario che i rappresentanti istituzionali comincino a parlar chiaro, abbandonando ogni sorta di demagogia. Tributiamo il nostro elogio al Commissario Europeo all’Ambiente Potocnik per la drastica condanna delle discariche, la soluzione peggiore per la gestione dei rifiuti, ed al Ministro Clini non solo per il coraggio mostrato fin da subito nell’affrontare l’emergenza con piglio e polso fermo, ma anche per l’uso della terminologia più appropriata ed adeguata: d’ora in poi bisogna spiegare ai cittadini campani che i tanto demonizzati termovalorizzatori servono a togliere i rifiuti dalla strada e che grazie ad essi il rifiuto viene trasformato in una risorsa energetica”. È il commento di Alfonso Maria Fimiani, Presidente dei Circoli dell’Ambiente, associazione ambientalista pro-termovalorizzatori che in Campania è attiva in oltre cento Comuni, che continua: “La differenziazione del rifiuto consente non solo di recuperare, attraverso il riciclo, ma anche di ottenere un combustibile che riduce a zero le possibili emissioni nocive. Il primo obiettivo deve essere, dunque, quello di ottenere un rifiuto indifferenziato di qualità riducendolo al minimo, attraverso una produzione ed un consumo consapevoli ed una differenziata spinta. In tale direzione va il progetto ‘Il nostro rifiuto, la vostra risorsa’, che ha già ottenuto importanti risultati nei territori in cui è stato attuato e che presto sottoporremo all’attenzione della Regione Campania e del Ministero dell’Ambiente”.



Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©