Politica / Politica

Commenta Stampa

Ecco il perchè del mancato voto

Civati: "Non condivido niente della legge elettorale"


Civati: 'Non condivido niente della legge elettorale'
12/03/2014, 19:23

ROMA- "Non potevo votare una legge elettorale di cui non condivido quasi nulla. A tutto c'e' un limite. E c'e' l'articolo 67 della Costituzione, che, tra l'altro, consente ai singoli parlamentari di 'non' accettare una decisione del proprio partito soprattutto quando fa quello che 'non' aveva dichiarato di fare o addirittura aveva dichiarato di 'non' fare in campagna elettorale". Queste le parole di Civati che si dissocia dalla proposta di legge e aggiunge: "Il progetto si allontana troppo dal mandato ricevuto dagli elettori, anche perche' prefigura una scombossulata riforma del Senato".

"L'idea di separare Camera e Senato e' una mezza follia, che non consente di votare. Dunque la legge rispetto al deliberato della direzione e' peggiorata. Ed e' stata approvata in ragione di un accordo che riguarda ormai solo Pd e Forza Italia, perche' nel frattempo le altre forze politiche delle due maggioranze che Renzi ha inteso apparecchiare si sono largamente squagliate" aggiunge e conclude Civati che, a proposito degli altri colleghi, dichiara di non aver dato nessuna indicazione sul voto.

Commenta Stampa
di Flavia Stefanelli
Riproduzione riservata ©