Politica / Regione

Commenta Stampa

Cobellis: “importanti interventi di rilancio dell'attività turistica nella Provincia di Salerno”


Cobellis: “importanti interventi di rilancio dell'attività turistica nella Provincia di Salerno”
24/05/2011, 17:05

«Un provvedimento importantissimo per operatori e turisti che conferma l'impegno dell'Assessore De Mita e mio a favore dello sviluppo della provincia di Salerno». Con queste parole Luigi Cobellis, capogruppo UDC in Regione Campania, ha commentato l'approvazione della delibera in Giunta promossa dall'Assessore De Mita e che riguarda importanti interventi di rilancio dell'attività turistica nella Provincia di Salerno.
«Con questa delibera il nostro territorio si dota di strumenti integrati, di sistema, capaci di offrire nuovi servizi ai turisti e dare quindi nuove occasioni agli operatori. Voglio sottolineare anzitutto la riattivazione del Metrò del Mare, un servizio di mobilità alternativa che collegherà la costa cilentana con Amalfi, Capri e Napoli» - ha spiegato Cobellis - «A differenza di quanto accadeva in precedenza, questo intervento sarà inserito in un ampio progetto di promozione che, attraverso la definizione di itinerari tematici di qualità, favorirà anche lo sviluppo delle aree interne».
«Il nostro obiettivo è quello di mettere a sistema tutto il potenziale turistico di un'area vasta e articolata, ricca di straordinarie bellezze naturali, storiche e artistiche. Le ricadute in termini economici saranno rilevanti e positive per tutti» - ha continuato Cobellis - «Si tratta di un risultato che abbiamo raggiunto grazie all'impegno dell'Assessore De Mita e agli incontri sul territorio con gli operatori che ho promosso personalmente in questi mesi».
«L'obiettivo è raggiunto per il 2011 ma è nostra intenzione impegnare fin da ora tutta la Giunta regionale, a partire dal Presidente Caldoro, per garantire continuità a questi servizi per gli anni a venire, sempre in un'ottica virtuosa di integrazione tra aree geografiche e servizi turistici di qualità» - ha concluso Cobellis.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©