Politica / Regione

Commenta Stampa

Cobellis: risarcire danni operatori turistici Capaccio Pestum


Cobellis: risarcire danni operatori turistici Capaccio Pestum
28/06/2010, 18:06

NAPOLI – “Un tavolo tecnico regionale per affrontare le problematiche relative alla mareggiata e per attivare in tempi certi e compatibili con le esigenze degli imprenditori le procedure che consentano di richiedere il risarcimento dei danni subiti”.

E’ la richiesta promossa dal capogruppo regionale dell’Udc Luigi Cobellis, di concerto con i consiglieri comunali di Capaccio-Paestum, Nicola Ragni, Maria Vicidomini e Franco Longo, e di Pontecagnano Faiano, Nicola Sconza e Adriano Montemurro, all’Assessore Regionale al Turismo, Giuseppe De Mita, a seguito della gravissima situazione venutasi a creare a causa del violento maltempo che ha danneggiato gravemente moltissime attività turistiche balneari, campeggi e villaggi, già operativi per la stagione estiva nella zona di Capaccio-Paestum.

“Il turismo, già in crisi, ha subito un ulteriore forte freno e danno – sottolinea Cobellis – e gli operatori turistici, con grandi sacrifici, nei mesi passati avevano attrezzato al meglio le proprie strutture per accogliere i clienti e lavorare serenamente. Per poter ricominciare, dopo quanto è successo, non possono rimanere soli ad affrontare questa emergenza. Per questo – prosegue - occorre che la Regione sia al fianco degli operatori turistici di Capaccio-Paestum e di tutta la fascia litoranea, da Salerno verso il Cilento, colpiti dagli eventi calamitosi, e non perda tempo in procedure farraginose e lunghe, come ci hanno abituato nel passato. Dobbiamo far ripartire subito la stagione estiva, garantendo e tranquillizzando, per quanto possibile, gli imprenditori colpiti, con risorse immediate e garanzia di impegni economici certi. Inoltre, per evitare una forte riduzione dei livelli occupazionali, occorre che vengano previsti sgravi contributivi degli oneri previdenziali sostenuti per ciascun dipendente, così come per l’anno 2009 sono stati previsti per il litorale Domitio”.

“L’Assessore De Mita – conclude - nel condividere la nostra preoccupazione, ha dato la propria disponibilità a verificare immediatamente la possibilità di intervenire ed ha interessato, da subito, i propri uffici”.





Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©