Politica / Regione

Commenta Stampa

Cobellis (UDC): “governo schiavo della Lega”


Cobellis (UDC):  “governo schiavo della Lega”
23/06/2011, 12:06

“Impasse istituzionale, proteste degenerate nella violenza, roghi nelle strade, rischi evidenti per la salute, atti vandalici di ogni tipo. Questo è il triste aspetto che sta assumendo questa ennesima emergenza sui rifiuti di Napoli. Perché siamo di nuovo a questo punto? Non voglio ripercorrere una storia lunga 15 anni, che ben conosciamo, ma vorrei che fossero chiare a tutti le ragioni ultime di questa ulteriore ferita. Le ragioni si chiamano Lega Nord e Silvio Berlusconi” - con queste parole Luigi Cobellis, Capogruppo UDC alla Regione Campania, ha iniziato il suo intervento nel Consiglio Regionale monotematico dedicato alla discussione sullo stato di emergenza in cui versa Napoli.
“Il decreto che avrebbe consentito il trasferimento dei rifiuti fuori regione è stato bloccato dalla volontà della Lega che, per venire incontro allo spirito propagandistico di Pontida, ha deciso di negare il suo voto a favore di una misura urgentissima” - ha attaccato Cobellis - “Il “sacro suolo”, o meglio il pratone, esigeva un sacrificio e questo sacrificio, cari colleghi, siamo noi, è la città di Napoli, la capitale del Mezzogiorno d'Italia”.
“Bene, ha fatto il Presidente Caldoro a prendere di petto la situazione e rispondere a tono alla Lega, mentre stupisce il silenzio del governo e i balbettii dei parlamentari Pdl eletti in Campania” - ha continuato Cobellis - “Ricordo a tutti noi questi fatti perché emerga con evidenza che il problema centrale di questa crisi è politico e quindi alla politica spetta il compito di trovare le risposte adeguate”.
“A questo punto ci sono alcune questioni che devono essere affrontate e ognuno deve fare la sua parte, Comune, Provincia e Regione” - ha detto Cobellis - “All'amministrazione di Napoli spetta il compito di evitare che disservizi come quelli causati da Lavajet nei giorni scorsi non si ripetano e per far questo è necessario ripensare al sistema delle esternalizzazioni”.
“Alla Provincia spetta il compito di prendere di petto la situazione e accelerare di molto il lavoro per individuare siti di trasferenza e discariche. Nel frattempo però è necessario chiedere al Prefetto di far rispettare la decisione sui siti di trasferenza anche a fronte dell'opposizione delle comunità locali. È doloroso ma necessario” - ha spiegato Cobellis - “Infine la Regione deve usare tutto il suo peso politico e istituzionale per sbloccare il decreto. Spetta al Presidente Caldoro fare leva sul governo per ottenere l'interpretazione autentica della norma che impedisce i trasferimenti fuori regione”.
Concludendo il suo intervento Cobellis ha ribadito la piena disponibilità dell'UDC nel supportare le istituzioni coinvolte nella risoluzione dell'emergenza.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©