Politica / Parlamento

Commenta Stampa

COISP, Maccari: "Vergogna Brasile"


COISP, Maccari: 'Vergogna Brasile'
09/06/2011, 10:06

“Vergogna Brasile. Si interrompa immediatamente ogni rapporto di natura economica con un Paese che non rispetta le vittime innocenti di un altro Stato rendendosi così complice di una assassino”.
E’ questo il commento a caldo di Franco Maccari, Segretario Generale del Coisp, sindacato indipendente di polizia, alla notizia che per 6 voti a 3 il Supremo tribunale federale di Brasilia ha rigettato senza analizzarlo nel merito il ricorso del Governo italiano contro la decisione dell'ex presidente Lula, che ha bloccato l'estradizione di Cesare Battisti. La decisione di Lula è internazionale, e come tale non può essere contestata da un altro governo secondo i giudici brasiliani. “ I giudici brasiliani e i governanti di quello che, a questo punto, stentiamo a definire un Paese civile, hanno ignorato anche il monito del presidente Napolitano, compiendo così una grave scorrettezza diplomatica – continua Maccari – e questo deve imporre a un Governo che voglia riacquistare rispettabilità, di interrompere senza se e senza ma i rapporti con uno Stato assassino alla stregua dell’uomo che protegge, anche se ancora non se ne capisce il motivo”.
“Si tengano pure Battisti a questo punto – conclude Maccari – ma si metta seriamente il Brasile davanti alle sue responsabilità chiedendo alle imprese italiane di ritirare i loro interessi economici e soprattutto cancellando questo Paese dalle mete ambite dai turisti italiani. Il Governo compia un atto d’orgoglio per rispetto di tutte quelle vittime con il cui sangue Battisti si è sporcato e il Brasile si è macchiato la coscienza”

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©