Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Colloquio Frattini-Livni: "Israele ha fiducia nell'Italia"


Colloquio Frattini-Livni: 'Israele ha fiducia nell'Italia'
05/03/2009, 17:03

Israele "ha fiducia nell'Italia" e il ministro israeliano degli Esteri, Tzipi Livni, "ha preso atto" della decisione italiana di "contattare" entro breve le autorità iraniane. Così il titolare degli Esteri, Franco Frattini, ha riferito i contenuti del colloquio avuto oggi a Bruxelles, a margine della riunione ministeriale della Nato, con la sua collega israeliana. Frattini ha illustrato alla Livni il suo progetto di una visita in Iran entro marzo e anche della decisione italiana di ritirare la delegazione dai negoziati della conferenza sul razzismo (Durban II) a causa di alcune frasi "antisemiti" contenute nella bozza di conclusioni. Il titolare della Farnesina ha anche spiegato che quello sull'Afghanistan è un dossier diverso e separato da quello sul nucleare e sul negazionismo e che la sua visita in Afghanistan sarà limitata ad esplorare la volontà di iraniana a partecipare alla stabilizzazione dell'Afghanistan. Frattini ha avuto anche un colloquio telefonico con il collega afghano, Rangin Dadfar Spanta. Il ministro ha riferito che Spanta ha confermato la determinazione del presidente afghano Hamid Karzai affinché le elezioni si tengano in agosto e non in aprile come prospettato nei giorni scorsi.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©