Politica / Napoli

Commenta Stampa

Commercio e attività produttive: il fondamentale contributo delle Municipalità.


Commercio e attività produttive: il fondamentale contributo delle Municipalità.
11/11/2011, 16:11

Nella Sala Nugnes di via Verdi, la Commissione Lavoro, sviluppo, attività produttive e commercio, presieduta da Antonio Crocetta, si è riunita con i presidenti delle Commissioni delegate agli stessi argomenti nelle Municipalità. L’incontro, nella sua prima parte, ha visto la partecipazione dell’assessore Marco Esposito che ha dato un aggiornamento sui problemi più attuali del commercio, soffermandosi sulla necessità di una vera riforma del Regolamento per le occupazioni di suolo pubblico – che affianchi alle procedure abbreviate sperimentate questa estate quelle ordinarie, semplificando le tipologie di occupazione – , sulla programmazione delle fiere natalizie, che si svolgeranno dal 19 novembre all’8 gennaio del 2012, sulle diverse emergenze dei mercati cittadini, prima tra tutte quella del mercato della Canzanella. Per la concomitanza di un tavolo tecnico proprio su questo argomento, l’assessore ha dovuto lasciare la riunione.
Obiettivo delle riunione odierna, però, come ha spiegato il presidente Crocetta, è stato quello di iniziare un percorso di collaborazione tra commissione del Consiglio e commissioni delle Municipalità, nella ricognizione dei problemi e nell’elaborazione di proposte per riordinare un settore decisivo anche per le importanti ricadute occupazionali.
Gli interventi dei consiglieri della Commissione hanno insistito su alcuni nodi delle politiche commerciali in città: l’illegalità costituita dal mercato degli Ucraini e, a suo giudizio, dai mercati cosiddetti “a chilometro 0” (Fiola) , la necessità di normalizzare i mercati rionali e di intensificare la collaborazione tra Amministrazione e Municipalità (Lebro), l’opportunità di aggiornare regolamenti in materia di mercati e commercio ormai obsoleti (Santoro), la gestione di Piazza Garibaldi, dei parcheggi della Coop di Via Arenaccia, gli episodi di violenza di cui sono stati protagonisti alcuni ambulanti extracomunitari (Moretto).
Passata la parola ai rappresentanti delle Municipalità (non di tutte, in quanto alcune di esse, come la Sesta e l’Ottava, avevano in corso i propri Consigli), la riunione ha visto una ricognizione delle principali problematiche del commercio e dei mercati sui territori, con l’unanime auspicio che sia data attuazione al più presto al decentramento di poteri e risorse alle Municipalità: per la loro vicinanza ai cittadini, esse sono il loro riferimento immediato.
In particolare, per la Quarta Municipalità, Vincenzo Borriello ha parlato dell’emergenza igienico sanitaria e di sicurezza del mercato di Sant’Antonio Abate, della necessità di trasformare il mercato dei pastori di San Gregorio Armeno in una vera occasione per lo sviluppo artigianale e per migliorare la vivibilità della zona 365 giorni all’anno, mentre Mario Maggio ha richiamato l’attenzione sui disagi provocati dalla non chiara regolazione del mercato di Via Stadera del mercoledì, che insiste su una sede stradale; Giuseppe Guarino della Settima Municipalità si è soffermato sulla necessità di una piena integrazione, anche attraverso misure di sostegno al commercio della zona, del progetto del centro commerciale dell’ex Birreria Peroni di Miano che altrimenti diventa occasione di un grave impoverimento del tessuto economico della zona; Stefano Capocelli, presidente della commissione Attività produttive della seconda Municipalità si è soffermato sul paradosso di Piazza Mercato che non rientra nelle aree mercatali e che, una volta sottratta ai parcheggi abusivi, è rimasta come area inutilizzata, sul mercato del pesce di Porta Nolana, per il quale è in corso di definizione una convenzione con la facoltà di Architettura della Seconda Università che farà gratuitamente un progetto di restyling dell’area; Daniele Quatrano, presidente della Commissione commercio della Quinta Municipalità ha infine richiamato l’urgenza della ristrutturazione del mercato coperto di Via De Bustiis, auspicando che non sarà realizzato il parcheggio interrato per 900 auto sulla stessa area, e ha preannunciato lo svolgimento di una inchiesta territoriale sul lavoro nero e sottopagato nel commercio, fenomeno che interessa anche una delle aree commerciali, come il Vomero, tra le più sviluppate.
Il lavoro con le Municipalità continuerà nelle prossime settimane, ha assicurato il presidente Crocetta che ha individuato in questa modalità di collaborazione, affiancata ad altre iniziative come l’Osservatorio sul Lavoro, l’occasione per un proficuo coinvolgimento delle istanze territoriali nel governo della città.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©