Politica / Politica

Commenta Stampa

No ai contributi all’editoria per l’anno in corso

Commissione Bilancio: “Inammissibile emendamento salva-testate”


Commissione Bilancio: “Inammissibile emendamento salva-testate”
21/11/2012, 20:31

Inammissibile l’emendamento salva-testate, a causa della “situazione di crisi in cui versa il settore”. A renderlo noto è la commissione Bilancio della Camera che  ha detto “no” a questo nuovo emendamento presentato dalla commissione Cultura che prevedeva nuovi contributi all'editoria per l'anno in corso a causa della "situazione di crisi in cui versa il settore". Nel parere della commissione Cultura si ricordava infatti "la situazione di crisi in cui versa il settore dell'editoria nella fase di transizione dal cartaceo al digitale, nonché i dati relativi agli esuberi nel settore, pari a circa 4.000 unità di personale, nonché il rischio di chiusura per 70 testate, a causa della riduzione di fatto dei contributi diretti, pur in presenza di nuove regole di trasparenza non sufficienti però a garantire la sopravvivenza di dette testate dati i problemi di distribuzione pubblicitaria e di credito", sottolineando "la necessità di salvaguardare il valore costituzionale del pluralismo nell'informazione" .

 

Commenta Stampa
di Erika Noschese
Riproduzione riservata ©