Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Commissione Sicurezza: “Regione Lazio riconosce Oratori, Tribunale non sottovaluti normativa locale”


Commissione Sicurezza: “Regione Lazio riconosce Oratori, Tribunale non sottovaluti normativa locale”
31/05/2011, 10:05

“Limitare l’attività dell’oratorio della parrocchia Regina Pacis a Monteverde Vecchio è una scelta miope, che non coglie l’importanza dei centri di aggregazione e socializzazione, specialmente nel contesto di una città come Roma. L’oratorio è un vero e proprio presidio sociale e di sicurezza, ove i giovani trascorrono ore immersi nel gioco, nello sport e nella cultura, e allo stesso tempo sono tenuti al riparo dai molti problemi che potrebbero incontrare rimanendo a giocare soli per la strada, luogo in cui rischiano invece di essere avvicinati da malintenzionati. Auspichiamo che il sindaco di Roma Alemanno e la presidente della Regione Lazio Polverini intervengano subito e con efficacia affinché prevalgano gli aspetti dell’utilità sociale, della solidarietà, dell’educazione e della sicurezza di cui da sempre l’oratorio è simbolo indiscusso nella nostra città”. Lo dichiara in una nota Fabrizio Santori, presidente della Commissione sicurezza di Roma Capitale che insieme a Marco Giudici, consigliere del XVI Municipio, interviene contro la discussa ordinanza emessa dal Tribunale civile di Roma, che, in seguito all’esposto di cinque residenti di un palazzo vicino, impone di limitare i rintocchi delle campane e l’uso del campo da gioco.

“Non dimentichiamo infatti che la legge regionale n. 13 del 13 giugno 2001 conferisce pieno riconoscimento agli istituti denominati Oratori che svolgono attività di educazione e formazione rivolte ad adolescenti e giovani. Per questo siamo certi ci sia stata una svista e si possa modificare la decisione già assunta”, conclude Santori.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©