Politica / Politica

Commenta Stampa

"Una magistratura indipendente attrae investimenti"

Commissione Ue: "L'Italia non osi colpire i giudici"


Commissione Ue: 'L'Italia non osi colpire i giudici'
27/03/2013, 13:49

ROMA - Se le parole si potessero trasformare in corpi soldi, quello che arriva dalla Commissione europea contro i governi italiani è un colpo da KO. 
Infatti il Commissario Europeo alla Giustizia, Vivane Reding, ha chiesto ai governi italiani di smetterla di interferire con i magistrati: "Se vogliamo avere un sistema giudiziario indipendente lasciate lavorare i giudici in modo indipendente". E poi ha proseguito: "L'Italia e il governo Monti sono consapevoli che il problema dell'efficienza del sistema della giustizia civile e amministrativa ha un impatto molto negativo sugli investimenti".
Il problema è che i tempi per la giustizia in Italia sono troppo lunghi: la media ormai è superiore agli 800 giorni, per un processo; e sono in sospeso un perocesso ogni 7 persone. Peggio di noi solo Cipro e Malta; il che non è un buon segnale.
La reading ha anche aggiunto: "L'attrattiva di un paese per essere un luogo dove investire e fare business è senza dubbio rafforzata dall'avere un sistema giudiziario indipendente ed efficiente. E' per questo che le riforme giudiziarie nazionali sono diventate una componente strutturale importante della strategia economica dell'Europa. La nuova 'Classifica della giustizia europea' avrà la funzione di un sistema di preallarme e aiuterà l'Ue e gli stati membri nei nostri sforzi per raggiungere una giustizia più efficace al servizio dei nostri cittadini e degli affari". Peccato che i partiti, quando riducono le prescrizioni e cancellano i reati penali, non hanno mai presente quiesto fatto.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©