Politica / Parlamento

Commenta Stampa

COMMISSIONE VIGILANZA RAI: ENNESIMA FUMATA NERA


COMMISSIONE VIGILANZA RAI: ENNESIMA FUMATA NERA
24/07/2008, 15:07

Per l'ennesima volta, come accade sempre dall'inizio della legislatura, la riunione della Commissione di Vigilanza RAI non ha potuto eleggere il suo Presidente, a causa della mancanza del numero legale, provocato  dall'assenza dei componenti della maggioranza. Infatti la Commissione di Vigilanza RAI spetta per legge all'opposizione, la quale ha candidato un parlamentare dell'Italia dei Valori, Giulietti. Ma essendo Giulietti un tipo non tanto facile da piegare ai voleri della maggioranza, questa rifiuta di eleggerlo, pretendendo di scegliere una persona più debole caratterialmente e quindi più accomodante. E così la maggioranza, in assoluto disprezzo delle regole istituzionali e dell'opposizione, continua a paralizzare l'attività della Commissione facendo mancare sistematicamente il numero legale, cosa che ovviamente va bene anche a Berlusconi, che ha il completo controllo della RAI, come ha dimostrato la faccenda di Agostino Saccà.

A questo punto potrebbero intervenire i Presidenti delle Camere che, con la loro moral suasion, dovrebbero spingere i componenti di maggioranza della Commissione a permettere l'effettuazione della nomina a Presidente. Ma ovviamente, data l'assoluta assenza di senso dello Stato che i due hanno manifestato sinora, credo che sia inutile attendersi miracoli.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©