Politica / Regione

Commenta Stampa

Complotto contro Caldoro, Amendola (Pd): "Quale la posizione di Udc Campania?"


Complotto contro Caldoro, Amendola (Pd): 'Quale la posizione di Udc Campania?'
13/07/2010, 14:07

NAPOLI 13 LUGLIO – “Nell’assemblea regionale Pd di ieri, in merito allo scandalo che travolge il Pdl campano e nazionale, abbiamo chiesto le dimissioni di Nicola Cosentino da sottosegretario all’economica. Allo stesso tempo, nel suo partito si susseguono le richieste di dimissioni anche da coordinatore regionale del Pdl” a dichiararlo e’ Enzo Amendola, segretario regionale Pd Campania, in merito alle inchieste che hanno coinvolto diversi esponenti del Partito delle Liberta’.

“Le indagini e le ordinanze gettano una luce inquietante sulla classe dirigente del Pdl campano che ha vinto le ultime elezioni, dove ai massimi vertici e nelle giunte siedono personaggi che perseguono finalita' di lobby politico – affaristiche definite dai magistrati “la nuova P3”” spiega Amendola.
“Abbiamo chiesto al presidente della Regione Campania, Stefano Caldoro, a cui e' andata da subito la nostra solidarieta', di fare chiarezza. A lui che e' stato nominato e sostenuto da questa classe dirigente – aggiunge Amendola – a lui che ha nominato Ernesto Sica assessore, chiediamo di dire tutta la verita' su questo terremoto politico giudiziario”.

“Ci preme, al contempo, chiedere all'Udc campano e al suo leader Ciriaco De Mita qual e' la posizione in merito all'alleato Cosentino. A Roma l'Udc si appresta a votare la richiesta di dimissioni del sottosegretario – continua Amendola – mentre in Campania hanno stretto un sodalizio indissolubile, a livello regionale e delle Province, con Cosentino e i suoi uomini: il silenzio dell'Udc campano e' imbarazzante”.

“Per questo, da subito, ribadiamo la necessita' di un Consiglio regionale straordinario in cui nessuno si nasconda e dove tutti dicano la verita' su questo enorme scandalo” conclude Amendola.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©