Politica / Regione

Commenta Stampa

D'Alema e Di Pietro agli antipodi

Comunali a Napoli: è separazione tra PD e Idv


Comunali a Napoli: è separazione tra PD e Idv
14/03/2011, 12:03

Napoli - Nonostante il duro confronto istituzionale in seno al centro sinistra nazionale in merito alla competizione elettorale a Napoli, ci pensa Antonio Di Pietro a stemperare i toni di una polemica che affonda le sue radici nelle scorse primarie del 23 gennaio scorso. Questa sorta di separazione dal PD da parte dell’Idv, almeno per ciò che riguarda le Comunali nel capoluogo partenopeo, hanno sancito quel malessere interno ad un centro sinistra non solo privo di collante, ma anche di idee capaci di convincere. Infatti, come da tanti vociferato, mentre la candidatura di Lugi De Magistris rappresenta la punta dell’iceberg dell’antiberlusconismo per antonomasia, quella di Mario Morcone, caldeggiata da tutto il PD compatto e dallo stesso Massimo D’Alema giunto a Napoli per decantarne le lodi di “uomo dello Stato e per lo Stato”, appare essere la candidatura dell’uomo giusto al posto giusto nel momento ideale. Ovviamente trattasi di due modi diversi di vedere la politica, e soprattutto di disegnare un futuro di condivisione più che di polemiche e regresso. Intanto, secondo quanto dichiarato dallo stesso D’Alema: “Di Pietro ha deciso di correre da solo, ma ci ha assicurato che se al primo turno dovesse accorgersi che esiste una forte convergenza verso il nostro candidato sindaco, ci appoggerà pienamente”. Una eventualità questa che appare essere assai remota, in considerazione di quanta verve e quanta passione l’ex PM di ‘mani pulite’ sta impiegando nella beatificazione politica del suo candidato.

Commenta Stampa
di Rosario Lavorgna
Riproduzione riservata ©