Politica / Regione

Commenta Stampa

Il nuovo sindaco eletto con il 64.42% dei consensi

Comunali, a Trento Andreatta sbaraglia il Pdl


Comunali, a Trento Andreatta sbaraglia il Pdl
04/05/2009, 22:05

Alessandro Andreatta è il nuovo sindaco di Trento. I votanti sono stati stati 53.797, il 60,15% degli elettori. I voti validi sono risultati 51.955, le schede bianche 847, quelle nulle 990 e i voti contestati e non attribuiti 5.

Andreatta, candidato di una coalizione di centrosinistra autonomista composta da Pd, Upt, Di Pietro-Idv, Patt, Udc, Verdi, Socialisti democratici e Leali, è stato eletto col 64.42% dei consensi.

L’esito delle elezioni non rappresenta una sorpresa: ancora una volta, come accadde con le comunali e le provinciali del 2008, il centrosinistra esce vincente sul centrodestra. La vittoria del centrosinistra in Trentino è completata dai sindaci di Pergine Valsugana (Silvano Corradi), Folgaria (Maurizio Toller), Civezzano (Stefano Dellai) e Rabbi (Lorenzo Ciccolini). Ci sara' ballottaggio a Mezzolombardo.

Sullo scenario politico del Trentino, il Pd si conferma la prima forza (30.02%), sebbene in leggero arretramento rispetto ai dati cittadini delle scorse provinciali (31.94%). L’Unione per il Trentino (Udp), il laboratorio politico territoriale voluto dal Governatore Lorenzo Dellai come contraltare di centro al Pd per le provinciali 2008, guadagna invece terreno salendo dal 13.92% al 16.75%.

Le forze di centrodestra arretrano, con il Pdl a 11.86% e la Lega Nord che ha perso quattro punti rispetto a quando, a novembre, raccolse il voto del 5.75% degli elettori.

Il sindaco candidato per il Pdl, Pino Morandini, ha raccolto soltanto il 20.64% dei consensi; 7.60% per Bruna Giuliani (Lega Nord), 2.31% per Francesco Porta (Rif.-Comunisti), 1.76% per Luigi Merler (All. centro-Tridentum), 1.23% per Claudio Taverna (Pensionati), 1.15% per Alessandro Cocca (Trento Soul Moderno) e, infine, ha raccolto lo 0.89% dei consensi Emilio Giuliana (Fiamma Tricolore).

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©