Politica / Regione

Commenta Stampa

Il leader Udeur: "Ha chiesto 4 volte immunità"

Comunali, duello a distanza tra Mastella e De Magistris

L'ex pm: "Non diserto aule di tribunale, solo cause civili"

.

Comunali, duello a distanza tra Mastella e De Magistris
13/04/2011, 14:04

NAPOLI - Duello a distanza tra i due candidati a sindaco di Napoli Clemente Mastella e Luigi De Magistris. È il primo ad attaccare l’avversario facendogli i "complimenti per il primato da guinness”. Secondo il leader di Ceppaloni infatti il dipietrista avrebbe chiesto per la quarta volta di avvalersi dell'immunità parlamentare. "Mentre i suoi colleghi di partito a Montecitorio ripassano la Costituzione –spiega il candidato dell’Udeur Popolari per il Sud – per opporsi alle scorciatoie De Magistris imbocca deciso la corsia d'emergenza per scansare i giudizi a suo carico, facendosi scudo dell'immunità di parlamentare europeo”. Secca la risposta dell’ex magistrato candidato dell’Idv, secondo cui le cause in cui viene tirato in ballo sono frutto di intimidazioni a colpi di processi in sede civile, che l’avrebbero distratto dal suo impegno istituzionale. De Magistris infatti si appella ad “un diritto, quello di sottrarsi al processo, sancito dall’articolo 68 della Costituzione”. “Non sono mai fuggito e mai fuggirò dalle aule di Tribunale” tuona in conferenza stampa l’ex magistrato, che poi precisa: “la vicenda non ha nulla a che fare con l’inchiesta Why not, ma riguarda le affermazioni di denuncia da me rilasciate in occasione di un’intervista. Al centro di quelle dichiarazioni, che hanno provocato la richiesta milionaria di risarcimento da parte di Clemente Mastella, vi era la descrizione di un sistema che recentemente ha portato il giudice di Napoli a stabilire il rinvio a giudizio per truffa dello stesso Mastella”.

Commenta Stampa
di Davide Gambardella
Riproduzione riservata ©