Politica / Regione

Commenta Stampa

Comunali, Giovani in Corsa presenta il logo della lista per lettieri sindaco


Comunali, Giovani in Corsa presenta il logo della lista per lettieri sindaco
06/04/2011, 17:04

Un omino stilizzato che corre su uno skyline di Napoli, sullo sfondo del Vesuvio e del golfo, nei colori del blu e dell’azzurro. Questo il simbolo della lista “Giovani in corsa per Lettieri Sindaco”, presentata oggi nella sede del comitato elettorale di via Palepoli da Gianni Lettieri e Valerio D’Angelo, in occasione della conferenza stampa “Giovani e partecipazione politica. Il ruolo degli under 40 nella governance cittadina”.

“Dare spazi appropriati ed opportunità ai giovani sono tra le priorità del mio programma elettorale – spiega Lettieri - e la costituzione di una lista formata interamente da donne ed uomini under 40 è un segnale forte in questa direzione”. La lista – i cui nomi saranno resi noti nei prossimi giorni, ma che conta già “adesioni qualitativamente importanti” – è stata “fortemente voluta” da Valerio D’Angelo, 27enne imprenditore, leader di “Giovani in corsa”, con la voglia di “costruire un futuro migliore per Napoli”.

“Spesso sentiamo dire che la politica ignora i giovani – ha aggiunto D’Angelo – ma io vorrei ribaltare la prospettiva: sono i giovani che talvolta snobbano la politica. Ai miei coetanei che lamentano le tante criticità della città ribatto chiedendo loro cosa sarebbero disposti a fare per cambiare le cose. La lista di Giovani in corsa è un’opportunità per essere finalmente classe dirigente attiva”.

Di “voglia di collaborare alla gestione del territorio” ha parlato anche Maria Carmen Stabile, dottore commercialista e presidente dell’associazione “Dire Napoli” cui aderiscono numerosi professionisti napoletani. “Ma occorre scongiurare il rischio di un associazionismo troppo legato alle logiche politiche – questa la precisazione – che scoraggia la società civile e i professionisti dall’impegnarsi concretamente”. “La politica va intesa non come mestiere, ma come amministrazione comune del bene pubblico – ha concluso Fabio Chiosi, presidente della I Municipalità – e fortunatamente sono tanti i giovani che ancora credono sia possibile”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©