Politica / Regione

Commenta Stampa

Comune di Casoria: approvato il Conto Consuntivo


Comune di Casoria: approvato il Conto Consuntivo
04/08/2009, 16:08

L’amministrazione comunale di Casoria, nell’ultima seduta del Consiglio prima delle vacanze estive, ha approvato lo schema di rendiconto finanziario della gestione anno 2008. I consiglieri di maggioranza erano quasi tutti presenti, mentre nelle fila dell’opposizione si registravano parecchie assenze. Inoltre i pochi consiglieri della minoranza presenti hanno continuato ad applicare la strategia di abbandonare l’aula dopo essere intervenuti su questioni pregiudiziali ai capi all’ordine del giorno, applicata già nelle ultime due sedute del Consiglio comunale. Il consigliere Laudiero di Sinistra Critica, prima di abbandonare l’assise civica, ha esposto le richieste dei cittadini di Via Pietro Nenni, che stanno contestando anche tramite una petizione l’apertura di un distributore di benzina in quella zona.
I cittadini definiscono dannosa dal punto di vista ambientale ed illegittima dal punto di vista procedurale la decisione degli uffici comunali di concedere la licenza a questo nuovo distributore di benzina.
I consiglieri Russo del Partito Socialista e Fuccio del Partito Democratico hanno invece attaccato duramente il sindaco, intimandolo a rimuovere gli striscioni esposti in città dal Popolo della Libertà sulla questione del Cpr3. Il consigliere Russo ha minacciato anche di denunciare il sindaco Ferrara per omissione in atti d’ufficio. Dopo l’uscita dall’aula consiliare dei consiglieri dell’opposizione, l’assessore alle Finanze Iodice ha spiegato il lavoro compiuto riguardo al Conto Consuntivo, spiegando i risultati ottenuti nella gestione dei residui attivi e passivi e nell’approvvigionamento dei fondi europei. Invece l’intervento del consigliere Scancariello ha affrontato la questione dal punto di vista politico, valorizzando il lavoro dell’assessore Iodice e dell’amministrazione comunale, che è riuscita a porre ordine al proprio patrimonio immobiliare, lavoro che non si portava a termine dal 1983 ed ha dato una risposta seria con l’adeguamento contrattuale ai lavoratori socialmente utili. Egli ha però proposto sul bilancio di mettere in campo nei prossimi mesi iniziative per migliorare la situazione dei tributi Tarsu e Tosap e sulla trasparenza di istituire un albo dei beneficiari dei fondi comunali per le iniziative culturali, ribadendo una critica dura all’atteggiamento di fuga dai banchi dei consiglieri dell’opposizione. La delibera è passata a maggioranza assoluta.
 

Commenta Stampa
di Agostino Falco
Riproduzione riservata ©