Politica / Parlamento

Commenta Stampa

COMUNE NAPOLI, E' BAGARRE SUL PIANO COMMERCIALE


COMUNE NAPOLI, E' BAGARRE SUL PIANO COMMERCIALE
16/12/2008, 17:12

 

In commissione congiunta Sviluppo e Innovazione e Attività produttive, presiedute da Salvatore Galiero e Federico Alvino, è continuata la discussione degli emendamenti alla delibera per il Piano Commerciale da presentare e discutere nel prossimo Consiglio Comunale del 18 Dicembre.
Affermando che il Piano Commerciale è un atto fondamentale e qualificante per la città, il Consigliere Venanzoni ha chiesto agli Uffici competenti di verificare nel dettaglio gli atti deliberativi e i nuovi emendamenti pervenuti oggi in Commissione. I consiglieri Scala, Fiola, Anniciello, Palladino, Venanzoni e Parisi, inoltre, hanno manifestato la volontà di portare in Consiglio Comunale l’atto deliberativo, di ascoltare la relazione dell’Assessore allo Sviluppo Mario Raffa e, qualora sia necessario, tornare per ulteriori approfondimenti a discuterne in Commissione. Il Consigliere Moretto, invece, considerando la Commissione non in grado di licenziare la delibera entro la data del prossimo Consiglio, ne ha richiesto il rinvio. I Consiglieri Ambrosino e Renzullo hanno sottolineato di aver condiviso il metodo attuato dalla Commissione in materia, ma non gli emendamenti fin ora discussi. Nonostante si siano dichiarati favorevoli a portare la delibera in Consiglio, perché vista come elemento di sviluppo per la città, si sono riservati, comunque la volontà di discuterne in Consiglio. Sottolineando il vantaggio che porterebbe un nuovo Piano Commerciale alla città, soprattutto se si pensa alla questione dei centri commerciali naturali, l’Assessore Raffa ha proposto di incardinare e votare l’atto. Vincenzo Mossetti, il capo Gabinetto del Sindaco, sottolineando il lavoro eccellente svolto dalle Commissioni, ha chiarito che fin ora l’attività degli Uffici è stata quello di riordinare le proposte emendative giunte nelle scorse sedute e renderle chiare secondo un criterio logico.
I presidenti Galiero e Alvino, in chiusura di seduta, hanno manifestato la volontà di portare l’atto deliberativo in Aula per approfondire e continuarne la discussione. 
Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©