Politica / Napoli

Commenta Stampa

Riunione del Consiglio comunale

Comune, no ai bonus taxi. Restano le auto blu


.

Comune, no ai bonus taxi. Restano le auto blu
28/09/2012, 13:59

Dopo la commemorazione della figura di Pasquale Mangiapia,  ex consigliere comunale nonché assessore  alla Nettezza Urbana recentemente scomparso, è cominciata la seduta del consiglio comunale di via Verdi.

Oggetto della discussione la proposta per l’”Alienazione delle auto blu in dotazione agli Assessori” del consigliere Vincenzo Moretto  capogruppo del Pdl e quella per la destinazione dei locali dell’Ex Tiberio Palace Hotel in uffici e servizi ed altre attività di pubblico interesse, proposta dal consigliere Santoro.

Nei giorni scorsi Moretto aveva  proposto che le auto blu fossero vendute e, in alternativa, assessori e dirigenti avrebbero usufruito esclusivamente per motivi istituzionali dei taxi. proposta decaduta subito in Consiglio comunale dopo l’osservazione del vicesindaco, Tommaso Sodano, che ha fatto notare che il parco auto del Comune è a noleggio pertanto le auto blu non possono essere messe in vendita in quanto l’ente di Palazzo San Giacomo ha un contratto di leasing che non si può sciogliere.

La Delibera è stata quindi respinta a maggioranza con l’astensione del Presidente Pasquino e dei consiglieri Antonio Borriello e Crocetta. Tornano alla mente le promesse del sindaco De Magistris in campagna elettorale quando giurava che la sua giunta avrebbe circolato rigorosamente in bicicletta elettrica. Alla luce dei fatti di oggi, ci si chiede come sarebbe stato possibile. Ai posteri l’ardua sentenza.

Per quanto riguarda l’hotel Tiberio, invece, la delibera è stata approvata. La destinazione dell’hotel sarà per usi pubblici e quindi per sedi comunali. Undici i piani del Tiberio in cui, dunque, potranno trovare spazio molteplici uffici comunali oggi allocati in sedi per cui il Comune di Napoli paga una locazione. Secondo l’assessore Tuccillo in questo modo Palazzo San Giacomo risparmierà circa 14 milioni di euro.

Commenta Stampa
di Veronica Riefolo
Riproduzione riservata ©