Politica / Regione

Commenta Stampa

Comune, Palmieri: “lettera aprta dipendenti su dirigenze esterne è più che condivisibile”


Comune, Palmieri: “lettera aprta dipendenti su dirigenze esterne è più che condivisibile”
22/07/2011, 15:07

“Non sono un impiegato di Palazzo San Giacomo altrimenti avrei già dato con convinzione la mia adesione al ‘Comitato dei dipendenti del Comune di Napoli’ costituitosi dopo che, sulla scia dell’entusiasmo per l’annunciato cambiamento epocale nella macchina organizzativa comunale, all’illusione è subentrata una cocente delusione”.

Così, il capogruppo di Liberi per il Sud del Consiglio comunale di Napoli, Domenico Palmieri, che spiega:

“Ho avuto oggi tra le mani la lettera aperta inviata ieri al sindaco di Napoli e sottoscritta da questi funzionari comunali, per lo più laureati e con esperienza da vendere che, con fermezza, chiedono risposte alle tante domande sulla mancata riorganizzazione logica dei servizi e degli uffici e sui criteri di selezione dei dirigenti esterni, su temi cioè che al sottoscritto hanno fatto sudare in tempi non sospetti sette camice in termini di interrogazioni, denunce politiche e quant’altro”.

“A questo punto – conclude l’esponente riformista - ho un solo auspicio: che il sindaco risponda apertamente alle questioni poste da dipendenti che in molti caso sono stati suoi sostenitori, non avendo io mai avuto il piacere e l’onore di ricevere personalmente, da nessun sindaco, alcuna spiegazione alle tante domande di ieri e di oggi ed essendo stato anche io abbagliato allorché in campagna elettorale De Magistris dichiarò testualmente, un po’alla De Luca: -entro il 30 giugno accorpamento logico dei servizi e tutti i dirigenti interni e esterni nominati dalla politica, a casa’.”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©