Politica / Regione

Commenta Stampa

Comunità Montane: Pica: “esecutivo, maggiore efficienza.


Comunità Montane: Pica: “esecutivo, maggiore efficienza.
20/07/2011, 08:07

“A distanza di qualche mese dall’ultima determinazione del Consiglio regionale sulle Comunità Montane, da parte dell’esecutivo non si hanno ancora notizie certe sull’utilizzo dei fondi PSR e delle economie facenti capo alle province”. Questo l’allarme lanciato dal Consigliere regionale Donato Pica durante un incontro di ascolto con alcuni operai del settore idraulico forestale. “Occorre dare risposte chiare e definitive agli Enti montani ed ai lavoratori, allo scopo di consentire il normale espletamento di tutte le attività presenti almeno per il corrente anno 2011- prosegue Pica - nel contempo, è necessario avviare il confronto sulla riforma organica degli enti stessi partendo dalle nostre Proposte di Legge già agli atti e che vanno in direzione del decentramento, della semplificazione e delle vigenti modifiche da apportare alla Legge regionale 11/96” conclude Pica. La vertenza enti montani quindi sembra essere stata accantonata dalla Giunta Caldoro che non solo non fornisce risposte chiare sull’operatività finanziaria a disposizione degli stessi enti ma soprattutto non affronta con decisione il tema del futuro e della riorganizzazione degli enti montani. “Con il prossimo esercizio finanziario, dovrà inoltre essere riavviata la concertazione tra i diversi assessorati per una compartecipazione intersettoriale agli oneri complessivi da sostenere definendo le procedure per la costituzione di una sorta di ruolo speciale da utilizzare per gli esuberi, per la mobilità e per la ricollocazione del personale nei diversi enti strumentali non della Regione Campania che presentino sufficienti disponibilità in tal senso” aggiunge ancora Pica. La speranza è che prima della pausa estiva l’esecutivo di Palazzo Santa Lucia porti in discussione una proposta seria in merito al futuro degli enti montani e soprattutto un piano organico di ricollocazione del personale.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©