Politica / Politica

Commenta Stampa

D’Alema contro il “Rottamatore”

“Con Bersani, niente deroghe. Se vince Renzi sarà scontro”


“Con Bersani, niente deroghe. Se vince Renzi sarà scontro”
18/10/2012, 09:05

ROMA- Sembra una dichiarazione di guerra l’ultimo commento di D’Alema: “Se vincerà Bersani, non chiederò deroghe, e il rinnovamento lo agevolerò. Ma se vince Renzi sarà scontro, e sarà uno scontro politico”.

Durante il programma “Otto e mezzo”, D’Alema non lascia spazio alle interpretazioni, annunciando la sua rinuncia alla candidatura in Parlamento in caso di vittoria del segretario del Pd alle primarie.

E se non si presenterà più al Parlamento, non vorrà significare un ritiro definitivo dalla politica:

“Potrò fare ancora più politica con più libertà. Io sono mobilitato: tutte le volte che il Paese ha vissuto una fase difficile io mi mobilito ”.

Sferzante e poco allusiva la polemica contro Renzi: “Chi non ha stile non ha la stoffa di un leader”. Ed in riferimento ai consensi conquistati, fino ad oggi dal Sindaco di Firenze, aggiunge: “Gli applausi li misureremo alla fine, quando si voterà alle primarie”.

Sempre in riferimento al “rottamatore”: “Chi si candida a guidare l’Italia, una persona che pretende domani di essere al posto di Monti, ha il dovere di proporre qualcosa di più che insulti a D’Alema. Dovrebbe proporre qualcosa”.

D’Alema, quindi, sostiene Bersani, definendolo: “L’uomo che unisce”.

 

Commenta Stampa
di Rosa Alvino
Riproduzione riservata ©