Politica / Politica

Commenta Stampa

Condanna per Eternit, SEL Campania: "giustizia è fatta ma solo in parte"


Condanna per Eternit, SEL Campania: 'giustizia è fatta ma solo in parte'
14/02/2012, 09:02

 "Il Tribunale di Torino ha condannato a sedici anni di carcere ciascuno il miliardario svizzero Stephan Schmidheiny e il barone belga Louis De Cartier alla fine del processo Eternit. I due rispondevano di disastro doloso e rimozione di cautele. Sel Campania definisce, quella di oggi, una sentenza storica. Per la prima volta, grazie al lavoro encomiabile del pool del Giudice Guariniello, i responsabili di uno dei disastri ambientali che hanno funestato il nostro Paese, sono stati condannati. La condanna, per la prima volta, contempla un risarcimento sia ai singoli danneggiati sia alle comunità e agli Enti. Anche a Bagnoli il danno ambientale è stato fatto e, solo grazie alla prescrizione, nessuno ha pagato per questo. Il problema resta con tutti i suoi aspetti pericolosi e deleteri per l’ambiente e per la Comunità Campana. SEL Campania auspica un intervento netto e deciso da parte del Governo centrale per la bonifica dei territori e per i sacrosanti risarcimenti nei confronti di tutti i soggetti e gli Enti che, in maniera irreversibile, hanno subito danni gravissimi alla salute e al territorio.". Così Dino di Palma Presidente Regionale SEL e Peppe De Cristofaro Coordinatore Provinciale SEL.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©