Politica / Politica

Commenta Stampa

“Incontro tra i due segnale di pacificazione politica”

Confalonieri: “Renzi e Berlusconi insieme per le riforme”


Confalonieri: “Renzi e Berlusconi insieme per le riforme”
16/02/2014, 10:44

 "L'incontro di Renzi con Berlusconi può essere un segnale di pacificazione politica per fare quelle riforme che rilancino finalmente il Paese". Sono le parole del presidente di Mediaset, Fedele Confaloniera. L’Italia, dice ancora il presidente "è come una Ferrari mezza rotta. Se cambi lo spinterogeno e ancora sostituisci le gomme lisce, aggiusti il cambio, può fare grandi cose". Quanto a Silvio Berlusconi, Confalonieri avverte: "Non è mica defunto".

"Berlusconi – afferma il presidente di Mediaset in un'intervista rilasciata a Qn - è decaduto tecnicamente come senatore ma è ancora al centro della politica''. E riguardo a Giovanni Toti dice: ''sicuramente farà bene''.

E su Matteo Renzi, che si appresta a diventare il nuovo premier, dopo le dimissioni di Enrico Letta – dice: ''Nella parte di Caino non lo vedo''. ''Anche Letta è nato così. E' una ripetizione''. Alla domanda se Angelino Alfano fosse da considerare un traditore, risponde: ''In politica non esiste il tradimento. Alfano ha fatto un'altra scelta. Che va rispettata''.

Commenta Stampa
di Erika Noschese
Riproduzione riservata ©