Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Timida protesta del Presidente del Forum

Conferenza della famiglia: "Imbarazzante la presenza del premier"


Conferenza della famiglia: 'Imbarazzante la presenza del premier'
03/11/2010, 16:11

MILANO - Si sta creando un problema collaterale, con la vicenda del rapporto tra Ruby e il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi. Infatti il premier avrebbe dovuto introdurre la Conferenza nazionale della famiglia, che si svolgerà a Milano dall'8 al 10 novembre. Ma adesso la sua presenza rischia di creare problemi, e lo dice - sia pure con molta timidezza e ritrosia - il Presidente del Forum delle associazioni familiari, Francesco Belletti: "La presenza del premier era prevista fin dall'inizio. Ma ora, questa presenza ci imbarazza, è un fatto delicato. Il dibattito sui comportamenti pubblici e privati del premier non ci vede in sintonia. Certo, se Berlusconi sarà capace di proteggere il valore della famiglia, sarà sostenuto da noi. Non ce la sentiamo di dire 'non si deve presentare', ma da qui a lunedì mattina, quando è in programma il suo intervento, deve mandare un segnale diverso da quanto ha fatto finora. Deve fare una dichiarazione di impegno forte di distinzione fra la vita privata e l'impegno pubblico".
Il punto è che è dal 1994 che Berlusconi fa distinzione tra i due aspetti solo quando fa comodo a lui, mentre nelle sue campagne elettorali si fa spesso vedere con i figlio i nipoti. Quindi la dichiarazione ci sarà, ma solo come inno all'ipocrisia per una richiesta che obiettivamente è altrettanto ipocrita. Per i personaggi pubblici, non può esistere una distinzione tra pubblico e privato.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©