Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Letti i messaggi delle tre più alte cariche dello Stato

Conferenza nazionale sulla famiglia, Berlusconi assente


Conferenza nazionale sulla famiglia, Berlusconi assente
08/11/2010, 11:11

MILANO - E' iniziata oggi a Milano la Conferenza nazionale sulla Famiglia, con la sponsorizzazione del governo. Ma il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, che doveva aprire i lavori, è assente e non verrà neanche nei prossimi giorni. Al suo posto l'apertura è stata fatta dal sottosegretario alla Presidenza con delega alla famiglia, Carlo Giovanardi. Sono stati anche letti i messaggi delle tre più alte cariche dello Stato.
Innanzitutto quello del Presidente del Consiglio, Giorgio Napolitano, il quale ha sottolineato come la famiglia sia "una straordinaria risorsa per l'intera collettività, fondamento insostituibile per lo sviluppo e il progresso di una società aperta e solidale. La complessità dei temi all'esame della conferenza richiama tutti i soggetti istituzionali all'esigenza di affrontare con determinazione e lungimiranza i problemi principali che ostacolano il formarsi delle famiglie: la precarietà e l'instabilità dell'occupazione, la difficoltà di accesso ai servizi e ai sostegni pubblici e la loro disomogenea distribuzione sul territorio nazionale".
Poi quello del Presidente del Senato, Renato Schifani, che ha evidenziato che "il riconoscimento e la valorizzazione della famiglia, che ha la sua base nell'articolo 29 della Costituzione, costituisce la piattaforma per un dialogo sereno e fecondo in vista dell'adozione di un sistema di politiche sociali moderne e di vero sostegno, oggi sempre più necessarie".
infine il Presidente della Camera, Gianfranco Fini, che punta invece sulla famiglia non solo "come rifugio o ammortizzatore sociale, quanto come risorsa morale che dà il proprio fondamentale contributo a un modello di convivenza fondato sul valore di una rinnovata e rinvigorita cittadinanza".

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©