Politica / Napoli

Commenta Stampa

Conferimento cittadinanza onoraria al dottor Carlo Alemi

Presidente del Tribunale di Napoli

Conferimento cittadinanza onoraria al dottor Carlo Alemi
16/07/2013, 14:23

NAPOLI - Conferimento della cittadinanza onoraria al dottor Carlo Alemi, Presidente del Tribunale di Napoli.

Premesso

il dottore Carlo Alemi, nato ad Addis Abeba, ha iniziato, nel 1966, il Suo rapporto professionale con la nostra Città, in Pretura, con funzioni istruttorie e dibattimentali; nel 1970, dopo il lavoro al Tribunale di Isernia, viene trasferito a Napoli, dove svolge funzioni di giudice dell'esecuzione civile, quindi di giudice civile, ricoprendo, poi, il ruolo – dal 1973 – di giudice della sezione lavoro e previdenza; dal 1979, sempre a Napoli, viene assegnato all'Ufficio Istruzione come giudice istruttore, assumendo - anche temporaneamente, con funzioni di supplenza - l'incarico di Presidente della Sezione del Tribunale del Riesame. Dopo aver ricoperto gli incarichi di Procuratore della Repubblica presso la Pretura Circondariale di Caserta e, nel 1998, di Presidente del Tribunale di S. Maria Capua Vetere, ritorna nella nostra Città, nel luglio 2006, ed assume le attuali funzioni di Presidente del Tribunale di Napoli;

Considerato

che la Sua attività è, sempre, stata improntata alla instancabile lotta alla criminalità organizzata, alla camorra ed, in genere, alle mafie che hanno insanguinato e devastato il nostro territorio; che ha anche trattato la materia del terrorismo, curando tutte le istruttorie dei procedimenti instaurati a carico dei gruppi eversivi che hanno operato nel Napoletano ed in Campania; che tali accurate e coraggiose istruttorie del giudice Alemi – condotte, in particolare e, soprattutto, per il processo Cirillo - hanno svelato trame ed intrecci criminali, scaturite da oscure e gravi trattative tra pezzi dello Stato, la camorra e le organizzazioni terroristiche;

Rilevato

che, da sempre, ha manifestato il Suo immenso affetto e la Sua particolare vicinanza al nostro territorio ed alla nostra comunità, definendo se stesso “ammalato di napoletanità”;

che, ha profuso grande impegno quotidiano - attraverso la Sua opera di Alto Magistrato e di cittadino – umano e professionale per la diffusione dei valori dell'etica civile e pubblica;

che ha svolto incisiva opera di sensibilizzazione presso gli studenti e le giovani generazioni sui valori fondanti della nostra Costituzione e per la difesa, soprattutto, dei principii di legalità e di giustizia, partecipando ad innumerevoli iniziative nelle scuole non solo della nostra Città, ma anche della Provincia;

Visto

che il dottore Carlo Alemi, si è fatto promotore dell'idea che bisogna, non solo, sanzionare i comportamenti di inciviltà quotidiana ma, soprattutto,convogliare gli sforzi verso buone pratiche di educazione civica:

che Egli, altresì ed in particolare, si è reso protagonista di un atto che denota il suo profondo legame con Napoli ed i napoletani, quando ha rifiutato la Presidenza del Tribunale di Roma, assegnatagli dal CSM, perchè cio' avrebbe comportato il suo allontanamento da Napoli;

che, con tale Suo gesto, il dottore Carlo Alemi, ha inteso ribadire la Sua appartenenza ed il Suo desiderio di restare perché “non bisogna fuggire da Napoli” ma lavorare, con impegno quotidiano, ognuno con la rispettiva e personale competenza, allo sviluppo ed al progresso civile della nostra Città;

che Napoli esprime la sua profonda gratitudine ed ammirazione al dottore Carlo Alemi, apprezzandone la operosa attività, caratterizzata dall'abnegazione, dal rigore e dall'altissimo senso dello Stato e delle sue Istituzioni;

Ritenuto

che per rinsaldare, ribadire i sentimenti ed i legami di affetto e di amicizia tra Napoli ed il dottore Carlo Alemi - rendendo doveroso e sentito omaggio al suo attaccamento ed amore per la nostra Città - l'Amministrazione Comunale intende conferirgli la Cittadinanza Onoraria

D E L I B E R A

Conferire, per i motivi esposti in narrativa, al dottore Carlo Alemi, Presidente del Tribunale di Napoli, la Cittadinanza Onoraria, quale pubblico attestato dei sentimenti di amicizia, stima, profonda gratitudine ed affetto della Città di Napoli.

Precisare che il presente provvedimento non comporta alcun impegno di spesa

Il dirigente del Servizio Cerimoniale

dott. Umberto Zoccoli

visto: il Capo di Gabinetto

dott. Attilio Auricchio

il Sindaco

Luigi de Magistris

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©