Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Confindustria allarma: "Produzione industriale ferma al 2010"

L'Italia si colloca appena sopra il Brasile

Confindustria allarma: 'Produzione industriale ferma al 2010'
09/06/2011, 11:06

L’Italia appena sopra il Brasile, e non parliamo di calcio. L’argomento è l’industria: il nostro Paese, secondo il Centro Studi di Confindustria, per forza industriale è passato dalla quinta alla settima posizione, superato da India e Corea del Sud. ''La produzione industriale italiana e' quasi ferma ai livelli dell'estate 2010'', con un +0,1% di crescita media mensile da luglio 2010 a marzo 2011, ''e dista dal massimo precrisi (-26,1%) ancora molto, -17,5%'', rivela il Centro Studi, “Il Paese rimane ad alta vocazione industriale ma spicca per la flessione dell'attivita' registrata nell'ultimo triennio (-17% cumulato), doppia o tripla di quelle delle maggiori concorrenti (peggio ha fatto solo la Spagna)”. E ancora più duro è stato il commento del direttore del Centro Studi, Luca Paolazzi, secondo il quale, per riprendersi in questo contesto, gli imprenditori italiani devono essere tre volte più bravi degli altri. Le cose di mettono male anche per gli Stati Uniti che passano dal 18,2% al 15,6% e per la Germania dal 7,5% al 6%.

Commenta Stampa
di Maria Grazia Romano
Riproduzione riservata ©