Politica / Napoli

Commenta Stampa

Confocommercio. Russo: "col Napoli in notturna locali deserti"


Confocommercio. Russo: 'col Napoli in notturna locali deserti'
30/09/2011, 11:09

 “A Napoli il calcio può essere anche un problema con risvolti drammatici per i pubblici esercizi. L’enorme incremento rispetto alla scorsa stagione degli incontri serali di campionato della squadra azzurra, tra anticipi del sabato e posticipi della domenica, ha infatti prodotto conseguenze negative per le aziende di ristorazione, che hanno calcolato un calo medio della clientela del 50% in concomitanza con le partite in notturna, con punte che possono arrivare sino al 90%”. Lo ha detto Pietro Russo, presidente di Confcommercio Napoli.

“Per comprendere quanto sia devastante questo fenomeno per il settore va considerato un dato: negli ultimi anni, a causa della crisi, gli incassi dei pubblici esercizi si sono concentrati nelle serate del fine settimana, di cui il sabato sera costituisce il momento clou. Le conseguenze – ha continuato Russo - sono inevitabili: gettare la spugna oppure ridurre i costi, a cominciare dal personale. Ed è ciò che sta accadendo. Si aggiunga che raramente gli esercizi hanno la possibilità di ammortizzare l’elevato costo degli abbonamenti speciali per i locali pubblici. Ci appelliamo perciò al senso di responsabilità dei massimi dirigenti della Lega Calcio, del presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis, del sindaco partenopeo Luigi De Magistris e delle istituzioni della Campania affinche’ comprendano il dramma delle imprese e dei lavoratori e si apra un dialogo per programmare le attività sportive in modo da armonizzare gli interessi della squadra e dei tifosi con le legittime esigenze di migliaia di aziende che in questo momento sono allo stremo”.

“Siamo naturalmente anche noi orgogliosi dei successi della squadra del Napoli, nonche’ consapevoli di quanto essi giovino all’immagine complessiva della città, ma occorre ricordare che viviamo un momento estremamente della nostra vita sociale ed economica, nel quale anche un evento estraneo come una partita di calcio può alterare un equilibrio fragilissimo”, ha invece dichiarato Salvatore Trinchillo, presidente Federazione Italiana Pubblici Esercizi (Fipe) di Napoli.

“Proponiamo di sederci tutti intorno ad un tavolo per mettere a fuoco le infinite sinergie che si possono creare tra il movimento calcistico e le imprese del Commercio e del Turismo, affinche’ i successi nello sport si traducano in un effettivo volano di crescita per l’economia del nostro territorio”.



Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©