Politica / Politica

Commenta Stampa

Ma Vendola è dovuto intervenire per farlo parlare

Congresso di Sel, fischi ed ironia per il sostituto di Renzi


Congresso di Sel, fischi ed ironia per il sostituto di Renzi
25/01/2014, 15:29

RICCIONE (RIMINI) - Accoglienza poco piacevole per Stefano Bonaccini, componente della segreteria di Renzi, venuto al posto del segretario al congresso di Sel. Quando è salito sul palco, è stato accolto al grido di "Bonaccini chi?", ad imitazione di quanto Renzi ha detto più volte dei suoi avversari. Ma lui non ha perso il buonumore, rispondendo: "Tranquilli, non mi dimetto". 
Poi ha cominciato il discorso, interrotto più volte dalle proteste del pubblico. Al punto che il segretario di Sel Nicky Vendola ha dovuto prendere la parola e invitare la platea a lasciar parlare Bonaccini. 
Nel contenuto, l'esponente renziano ha sottolineato come le riforme si devono scrivere insieme, ma ha anche detto che le soglie minime di ammissione dei partiti in Parlamento possono essere cambiate, se si trovano accordi diversi.  

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©