Politica / Napoli

Commenta Stampa

Consegnate 14mila firme al Comune di Napoli per il primo referendum cittadino sulle spiagge pubbliche


Consegnate 14mila firme al Comune di Napoli per il primo referendum cittadino sulle spiagge pubbliche
03/07/2012, 15:07

Si è conclusa con successo la raccolta di firme per sostenere l’istituzione della prima grande spiaggia pubblica napoletana: oltre 14mila cittadini residenti a Napoli hanno sottoscritto la delibera d’iniziativa popolare proposta dal comitato “Una spiaggia per tutti”, che chiede la destinazione a spiaggia pubblica gratuita di tutto il litorale tra Nisida ed il confine con Pozzuoli. La prima fase di verifica delle firme presso l’anagrafe elettorale è stata già effettuata, confermando la validità di 13.554 firme; la seconda sarà svolta dal Comune di Napoli dopo la consegna ufficiale delle stesse avvenuta stamattina nelle mani degli assessori Lucarelli, D' Angelo e De Falco. Tuttavia è certo che sia stato ampliamente superato il numero minimo di 10mila firme necessario, a norma di Statuto, perché il Consiglio Comunale discuta e voti la delibera promossa dai cittadini.
“E’ stata una grande esperienza di mobilitazione popolare” dicono soddisfatti al comitato promotore “che ha visto decine di comitati civici e centinaia di semplici cittadini attivarsi capillarmente per due mesi, con punti di raccolta praticamente in ogni quartiere di Napoli; a fronte delle tante difficoltà burocratiche incontrate, segno di una profonda inadeguatezza delle istituzioni locali rispetto ai processi partecipativi, sentiamo l’obbligo di ringraziare il dottor Mossetti e lo staff della Segreteria Generale del Comune per l’impegno profuso nell’esplicare nei tempi dovuti gli adempimenti istituzionali di loro competenza”.
Se il Consiglio Comunale dovesse respingere la delibera oppure non discuterla nei tempi stabiliti dallo Statuto del Comune di Napoli, il comitato promotore chiederà al Comune che si tenga un referendum consultivo cittadino, come previsto dall’art. 5 dello Statuto, preparandosi a raccogliere le ulteriori firme necessarie per l’iniziativa. “Siamo fiduciosi nella forza della organizzazione creatasi in questi mesi e pronti a compiere il passo del referendum; sarebbe un fatto politicamente importante, la prima esperienza di questo tipo per una città italiana, se si esclude un altro tenutosi tempo fa a Milano”.
Alla raccolta di firme hanno partecipato anche i Verdi Ecologisti, Sel, Federazione della Sinistra e il Movimento 5 Stelle.
Presenti alla consegna tra gli altri i capogruppo al comune di Napoli di Sel e Fed Ciro Borriello e Sandro Fucito ed il commissario regionale dei Verdi Ecologisti Francesco Emilio Borrelli.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©