Politica / Politica

Commenta Stampa

I moduli raccolti dall'associazione Luca Coscioni

Consegnate 65 mila firme per la legge sull'eutanasia


Consegnate 65 mila firme per la legge sull'eutanasia
13/09/2013, 16:58

ROMA - Questa mattina i militanti radicali hanno consegnato in Parlamento le 65 mila firme che hanno raccolto, insieme all'associazione Luca Coscioni, per la pesentazione di una legge di iniziativa popolare sull'eutanasia. 
La legge chiede di abolire parzialmente un articolo del Codice Penale che punisce con il carcere chi aiuta una persona a morire. Naturalmente vengono stabilite precise condizioni: la richiesta deve essere effettuata da persona maggiorenne e sana di mente, oppure dal fiduciario, nekl caso che l'interessato versi in stato di coma. Il quale fiduciario, a sua volta, dovrà avere un documento che dimostra una espressione di volontà in tal senso recente. Laddove non ci sia un fiduciario, vanno bene anche i parenti entro il secondo grado (padre per il figlio o viceversa, ma anche il nipote per il nonno o viceversa e tra fratelli) o il coniuge, purchè sia dimostrabile che abbiano appreso dalla persona in stato vegetativo la volontà di porre fine alle proprie sofferenze. 
SI tratta di una legge che consentirebbe di fare passi avanti per la civiltà del nostro Paese; ma quasi sicuramente farà la fine delle decine di migliaia di disegni di legge di iniziativa popolare presentati dal 1948 ad oggi. Cioè finirà nel cestino. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©