Politica / Napoli

Commenta Stampa

Monta la polemica sul furgoncino del Comune

Consiglieri comunali contro la scorta a De Laurentiis junior


.

Consiglieri comunali contro la scorta a De Laurentiis junior
21/08/2013, 12:31

NAPOLI - Urlano allo scandalo i consiglieri comunali per la faccenda del furgoncino di proprietà del Comune che accompagna il vice presidente del Napoli Calcio Eduardo de Laurentiis, figlio di Aurelio, per intenderci, dalla sua dimora partenopea allo stadio San Paolo e viceversa. Da Palazzo San Giacomo ci spiegano che il servizio è stato istituito dall’ex comandante dei vigili Sementa e riguarda ogni qualvolta il Napoli gioca in casa. Di scandaloso nella circostanza, come spiega il consigliere Pietro Rinalsi della federazione della Sinistra è che in tutto il Paese il servizio di Polizia Municipale durante le gare  è pagato dalle società calcistiche, mentre a Napoli l’onere è del Comune che paga “per un servizio su cui lucra solo un privato”, aggiunge Rinaldi, cioè de Laurentiis. Poi Rinaldo ricorda: “Con l’ex assessore alla Sicurezza Narducci fu stabilito che i Vigili Urbani utilizzati da privati dovevamo essere pagati dai privati e non da Palazzo San Giacomo. Perché per De Laurentiis no?”. Se le cose stanno in questo modo si prefigura l’ipotesi dell’abuso d’ufficio, ma ovviamente noi della Julie lasciamo a chi di dovere il compito di indagare. 

Commenta Stampa
di Rosario Lavorgna
Riproduzione riservata ©