Politica / Napoli

Commenta Stampa

Consiglio comunale inizia con commemorazione vittime alluvione in Sardegna


Consiglio comunale inizia con commemorazione vittime alluvione in Sardegna
21/11/2013, 14:34

NAPOLI - Presieduto da Raimondo Pasquino, il Consiglio comunale si è riunito oggi nella sede di via Verdi, affrontando nella prima ora di lavori il question time (interrogazioni a risposta breve). Sono state svolte le seguenti interrogazioni: Nonno, con risposta dell’assessore alle Infrastrutture Calabrese, sugli espropri delle aree del parcheggio di interscambio di Pianura; Gennaro Esposito, sul ripristino delle condizioni di sicurezza a Corso Umberto e in piazza Garibaldi, con risposta dell’assessore Calabrese e dell’assessore al Lavoro Panini; Moretto, sulle problematiche relative alla burocrazia napoletana, con risposta dell’assessore al Personale Moxedano, e sulle problematiche relative alle Terme di Agnano, con risposta dell’assessore Panini.    
Alla presenza di 35 consiglieri, la seduta si è aperta con la comunicazione all’Aula dell’elezione del consigliere Aniello Esposito a capogruppo del Partito Democratico. Il consigliere Attanasio ha chiesto un minuto di raccoglimento all’Aula per commemorare le vittime dell’alluvione in Sardegna, eventi periodici dovuti al dissesto del territorio ai quali non si riesce a mettere argine.
Gli interventi ai sensi dell’art. 37 del Regolamento (questioni urgenti), sotto la presidenza, alternativamente, del presidente Pasquino e del Vice presidente Frezza, sono iniziati con l’intervento di Fiola sulle modalità di esposizione delle merci nei mercatini di vendita diretta che anche dopo l’approvazione della delibera che la disciplinava, sulla mancata applicazione in automatico della riduzione della tariffa Tares del 40% per pescherie e macellerie, per richiedere lo svolgimento di una seduta monotematica sul patrimonio; Attanasio sulla questione dei parcheggi in Castel Sant’Elmo e in altri siti monumentali, ed anche sugli spalti del Maschio Angioino che devono essere liberati, e denunciare la sosta selvaggia nelle strade del centro, cui rimediare con parcheggi sotterranei e nuovi parcheggi per motocicli e biciclette; Coccia per segnalare il caso della portaerei Cavour che effettuerà un tour commerciale - con costi a carico dei contribuenti per 7 milioni - nei porti nord africani con prodotti alimentari ma anche prodotti militari, fatto già denunciato a livello parlamentare; Moretto, riprendendo la denuncia del consigliere Fiola a proposito della delibera sui mercatini,  per chiedere il rispetto delle decisioni del Consiglio comunale che, proprio nel caso specifico, viene sistematicamente ignorata, come nel caso dell’ordine del giorno su Cupa Principe al quale dopo 3 mesi non viene dato seguito; Iannello per denunciare che nel dibattito sul disegno di legge in Parlamento sull’istituzione delle città metropolitane si ignori il problema principale e cioè che viene prefigurato un sistema complesso inefficiente, burocratico e con una qualità della rappresentanza scadente; Lebro, sul giusto ruolo di denuncia e di stimolo svolto dalle opposizioni che non deve però trasformarsi in azioni di blocco dell’azione amministrativa come quella promossa oggi contro la delibera sullo scorrimento delle graduatorie; Schiano, sulla deliberazione che disciplina la materia dei compensi professionali e in particolare su quelli previsti per gli avvocati e sul modo in cui si concilia il riconoscimento di queste indennità con la rigida politica di austerity che ha portato al taglio del salario accessorio per i dipendenti comunali; Molisso, sulla Giornata internazionale contro la violenza sulle donne del 25 novembre e sulla sessione di studi promossa per quell’occasione sulle iniziative dell’istituzione comunale nella promozione di azioni a tutela delle donne; Santoro – che prima del suo intervento ha richiesto la verifica del numero legale, constatato in 35 consiglieri – sulle carenze di personale lamentate in occasione della riunione della commissione sul personale dal responsabile del CUAG che impediscono o rallentano diverse attività, come quelle di manutenzione di strade e scuola, e sulla presenza di personale comunale non utilizzato del Servizio staff all'Autorità Garante Anticorruzione e Trasparenza; Antonio Borriello, sulla delibera comunale che aveva stanziato 14 milioni per lavori urgenti rispetto alla quale è stato accertato il danno erariale dalla Corte dei Conti, sulla vicenda della liquidazione del Consorzio dell’impianto di sollevamento del depuratore di S. Giovanni che va chiusa entro quest’anno e sulle indicazioni fornite dalle commissioni all’Amministrazione su diverse materie, come quella sulla delibera per lo scorrimento della graduatoria, che avrebbe potuto coinvolgere un numero maggiore di persone, sulle risorse necessarie per completare i lavori nelle strade interessate da fenomeni alluvionali negli anni scorsi; Caiazzo, sull’urgenza di disciplinare il notevole flusso pedonale in via S. Gregorio Armeno per garantire la sicurezza delle persone; Vernetti, sulla stessa questione, per il ripristino del progetto di disciplina dei flussi pedonali già elaborato dalla Protezione civile. 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©

Correlati