Politica / Politica

Commenta Stampa

Consiglio: Dibattito Indesit

Interventi Assessori Nappi e Martusciello

Consiglio: Dibattito Indesit
13/06/2013, 16:53

NAPOLI – “La vicenda Indesitpreoccupa il Consiglio regionale, la Giunta, la cittadinanza di questa Regione e come tale è stata affrontata, nell’immediatezza, dal Governo regionale prima ancora che fosse annunciata”.

E’ quanto ha affermato l’assessore regionale al lavoro Severino Nappi intervenendo al dibattito in Consiglio regionale.

“Con il Presidente Caldoro, e l’Assessore alle attività produttive, Fulvio Martusciello, ho incontrato i vertici dell’azienda evidenziando che questa vicenda rappresenta, sicuramente, un momento di ulteriore tensione in un territorio che vive situazioni di grave complessità e processi di deindustrializzazione datati nel tempo ma che gravano ancora sull’economia e sull’occupazione. Anche per questola Giunta Caldoroha posto la ‘questione Campania’ , sottolineando che il problema della salvaguardia del nostro  tessuto produttivo e del suo rilancio vanno affrontati a livello nazionale “in questo contesto, già penalizzato dalla crisi socio economica, la Indesit deve  ripensare il senso del suo intervento in Campania, evitando di mettere a rischio il futuro degli stabilimenti produttivi di Teverola e di Carinaro”.

“Scelte di carattere industriale ed internazionale non possono penalizzare un territorio come il nostro – ha sottolineato Nappi -  ed è per questo che il governo regionale intende svolgere un ruolo di primo piano sul tavolo nazionale dove si deciderà il futuro della vertenza per accompagnare e mettere a disposizione, innanzitutto dei lavoratori, ogni strumento utile a garantirne serenità e futuro. L’azienda deve riconsiderare il suo intervento, preservare l’ossatura delle produzioni aziendali campane salvaguardando le lavorazioni anche quale riconoscimento della qualità degli stabilimenti campani e dei nostri lavoratori. Per questo auspichiamo che l’azienda riconsideri i contenuti del suo intervento per presentare l’ossatura della struttura aziendale e lo faccia nella dimensione di preservare le lavorazioni che ci sono – ha aggiunto l’assessore al lavoro -  anche per il riconoscimento della qualità degli stabilimenti campani. Nei prossimi giorni continueremo a tenere i contatti con l’Azienda e a seguire il tavolo nazionale – ha concluso Nappi –, saremo molto attenti a valutare il comportamento del Governo e della stessa azienda perché crediamo possibile futuro e sviluppo nel nostro territorio per il Gruppo Merloni”.

Intervenendo in Aula, l’assessore alle attività produttive Fulvio Martusciello ha espresso “rispetto e piena solidarietà ai lavoratori di Indesit nell’ambito di una vertenza importante e difficile nella qualela Regione Campania intende esercitare un ruolo di primo piano in difesa dei livelli occupazionali e produttivi del territorio campano. Dalla Regione c’è stata una solidarietà concreta a cominciare dall’aver ricondotto la vertenza nell’ambito dei rapporti istituzionali tra l’azienda e l’istituzione regionale anche stigmatizzando il deficit di comunicazione che c’era stato precedentemente all’incontro di ieri” – ha proseguito l’esponente del Pdl che ha aggiunto: “l’azienda ci ha esposto il gravoso peso economico della produzione in Italia e la differenza rispetto a paesi come e la Turchia, paesi che consentono, stante la crisi economica, di conquistare nuovi mercati. Da qui l’importanza di puntare sulla internazionalizzazione delle imprese e della semplificazione burocratica – ha sottolineato Martusciello – ma anche e soprattutto di difendere il tessuto produttivo e occupazionale del nostro territorio, obiettivo sul quale la Giunta regionale farà convergere le proprie risorse. L’incontro di ieri – ha concluso Martusciello - è solo il primo di una vertenza lunga ed importante, nella quale dobbiamo tenere conto anche delle ripercussioni sull’indotto del settore produzione elettrodomestici sul quale il Consiglio sarà chiamato e confrontarsi al fine di fare squadra politicamente e anche conla Regione Marche per difendere i livelli occupazionali del nostro territorio”.

Nel  corso del suo intervento, Martusciello si è anche soffermato sulle ulteriori vertenze affrontate dalla Regione che hanno portato alla sblocco del contratto Genesis con un intervento di 37 milioni di euro che mira a creare a Napoli est il polo dell'elettrodomestico attraverso la messa a sistema di tutto l’indotto Whirpool. Su questo tema, l’assessore alle attività produttive ha evidenziato che il Tavolo unico costituito con le parti sociali dovrà giocare un ruolo determinante per lo sviluppo e l’occupazione in Campania”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©