Politica / Regione

Commenta Stampa

Ecco i gruppi nati dalla scissione, maggioranza a tre teste

Consiglio, il Pdl napoletano si spacca in quattro


.

Consiglio, il Pdl napoletano si spacca in quattro
16/06/2011, 17:06

NAPOLI - Il Pdl napoletano si spacca in quattro. La scelta del centro destra in Consiglio comunale è quella di non riunirsi in un unico gruppo politico ma di crearne diversi rispettando anche parzialmente le liste nelle quali sono stati eletti i consiglieri. Nasce così il PdL Napoli, che conta sui consiglieri Stanislao Lanzotti, Salvatore Guangi, Gennaro Castiello e Vincenzo Moretto, vicini all’area Caldoro. C'è poi il movimento che fa capo a Gianni Lettieri, “Liberi per il Sud”, che ha anche Domenico Palmieri e Gennaro Addio, chiara espressione delle formazioni Noi sud e Forza del Sud. Poi c'è il gruppo “PdL” con i consiglieri Marco Nonno, Marco Mansueto e Gabriele Mundo. Ed anche “I responsabili” con Luigi Zimbaldi, hanno formato un proprio gruppo, che portano a quattro. Sul fronte Terzo Polo invece entra un eletto di Fli, Andrea Santoro, e il rappresentante dell'Udc Davide Lebbro. Dal canto suo il neo presidente del Consiglio comunale, Raimondo Pasquino, ha dichiarato di voler essere libero da appartenenze di partito. Sono tre i gruppi politici di maggioranza, Federazione delle Sinistre, “Napoli è tua” e Idv. Garantiscono l'appoggio esterno il PD e Sel.

Commenta Stampa
di Davide Gambardella
Riproduzione riservata ©