Politica / Regione

Commenta Stampa

Consiglio Regionale: Approvato unanimità Testo Unico Lavoro


Consiglio Regionale: Approvato unanimità Testo Unico Lavoro
20/10/2009, 17:10


Il Consiglio Regionale della Campania, presieduto da Sandra Lonardo, ha approvato all’unanimità il Testo Unico in materia di lavoro e formazione professionale, derivante dalla unificazione delle proposte di legge a firma dell’assessore regionale Corrado Gabriele, del capogruppo regionale de La Sinistra Tonino Scala e del consigliere regionale del MpA Salvatore Ronghi.
Il testo unico (che si allega al presente comunicato) delinea un sistema normativo per la qualità del lavoro e della formazione professionale, ponendo al centro del sistema di programmazione delle politiche per il lavoro la Regione, attraverso l’Agenzia regionale per il lavoro, e gli enti locali, conferendo precise funzioni alle Province, e le parti sociali, che diventano protagoniste della concertazione nella programmazione delle politiche per il lavoro e per la promozione della sicurezza nel lavoro attraverso la concorrenza alla determinazione del Documento regionale di programmazione triennale dell’intervento sul mercato del lavoro.
La legge istituisce il sistema di Alta qualità del lavoro e il Comitato di Garanzia, in base al quale le imprese campane vengono certificare e qualificate sulla base di indicatori di qualità che vengono definiti in sede di programmazione e concertazione regionale; è previsto, inoltre, un sistema di incentivi volto a migliorare le condizioni di lavoro e attraverso un Fondo per la qualità del lavoro articolato su tre assi di intervento volti al mantenimento dei livelli di qualità, al loro miglioramento e al contrasto del lavoro sommerso.
La legge istituisce, inoltre, un Fondo regionale per l’informazione e la formazione sulla sicurezza sul lavoro e il Fondo di protezione dall’amianto e da altri agenti nocivi, fondi alimentati dalle somme derivanti dai ribassi d’asta relativi alla gare di cui è committente la Regione e dai contributi volontari delle imprese e dalla risorse stanziate in bilancio. Sono istituiti diversi organismi di concertazione: la Commissione regionale per il lavoro, la Commissione provinciale per il lavoro, il Sistema regionale dei servizi per l’impiego; la Conferenza Regionale sulle dinamiche per l’occupazione.
La legge prevede, altresì, il sistema regionale integrato dei servizi per l’impiego e l’Agenzia Regionale della Campania per il lavoro e la scuola, che svolge funzioni di monitoraggio e di attuazione delle linee di programmazione per le politiche del lavoro adottate dalla Regione.
La legge prevede misure di sostegno alla occupazione femminile, degli extracomunitari e dei diversamente abili, attraverso un fondo ad hoc, nonché misure di contrasto alla disoccupazione e alla esclusione sociale, particolarmente per le aree industriali di crisi Infine, una serie di interventi per la formazione professionale e per l’apprendistato, che vengono adeguati agli interventi normativi in materia e che mettono a sistema il rapporto tra scuola-formazione-lavoro e facendo ordine nell’intero sistema anche attraverso l’accreditamento dei soggetti coinvolti.
Grande soddisfazione è stata espressa dal Presidente Lonardo (che ha votato a favore del provvedimento) che ha sottolineato “l’ottimo lavoro dal Consiglio in piena sinergia maggioranza –opposizione per una legge di straordinaria importanza per la Campania”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©