Politica / Regione

Commenta Stampa

Carfagna: "Non politica di quote ma rivoluzione di merito"

Consiglio Regionale: insediata la consulta femminile


.

Consiglio Regionale: insediata la consulta femminile
24/05/2010, 19:05

NAPOLI – Al via l’incontro della consulta femminile presso il Consiglio Regionale della Campania. A salutare l’insediamento delle elette, il presidente Paolo Romano che ha sottolineato la difficoltà di governare in un territorio come quello campano.  Per Romano, la presenza delle donne nell’esecutivo è un segnale positivo e forte, segno anche di grande coraggio. “Sono contento per quanto abbiamo creato” – ha detto Romano – “E sulla polemica relativa alla pressochè mancanza di donne in giunta rispondo che non la condivido”.
Per il presidente neoeletto, è importante che le consigliere mostrino il loro peso in Assemblea, perché “un confronto tra due generi, quello maschile e quello femminile, è sempre positivo”.
Soddisfazione per i risultati raggiunti anche da parte di Mara Carfagna. Nel suo lungo discorso, il Ministro ha evidenziato che occorre comunque ancora abbattere il muro del pregiudizio nei confronti delle donne in Parlamento e dare risposte concrete alle tematiche di genere. “Il mio sogno” - ha aggiunto la Carfagna “non è una politica di quote ma una rivoluzione del merito”.  
Le parole del Ministro non hanno celato, tuttavia, un fondo di amarezza. Il suo auspicio è che il presidente della Regione Stefano Caldoro scelga due donne per i posti da assessore ancora mancanti. “In questi anni abbiamo fatto molto: stalking, decreto antistupro, mozione di cui si è parlato durante il consesso internazionale del G8, recepimento della direttiva num. 54 sul contrasto alle discriminazioni sul posto di lavoro” – ha evidenziato – “Questo è potuto accadere anche grazie al sostegno delle colleghe dell’opposizione. C’è, però, ancora molto da fare. Le donne, io credo, non sono per forza più brave degli uomini ma sono sicuramente più umane”.

Commenta Stampa
di Ornella d'Anna
Riproduzione riservata ©