Politica / Regione

Commenta Stampa

Consiglio Regionale, si dicute di sanità e bilancio nelle prossime sedute


Consiglio Regionale, si dicute di sanità e bilancio nelle prossime sedute
27/07/2011, 15:07

NAPOLI, 27 LUGLIO 2011 – Il Consiglio Regionale della Campania, presieduto da Paolo Romano, si riunirà venerdì 29 Luglio dalle ore 10 alle 13 per il dibattito sulle problematiche della sanità in Campania, iniziativa promossa dal gruppo regionale del Partito Democratico che ha sollecitato il governo regionale ad intervenire in Aula. Nello stesso giorno, dalle ore 15 ad oltranza il Consiglio è convocato per la presa d’atto DPCM del 21.04.2011 relativo al Consigliere sospeso Roberto Conte e per la decadenza dello stesso consigliere regionale e surroga (semprechè la Giunta delle Elezioni si pronunci su tale questione), per l’esame del “Regolamento in attuazione dell’articolo 43 bis della l.r. 16/2004 e s.m.i. recante norme sul governo del territorio – modifiche ed adeguamento” e per il seguito dell’ esame della proposta di legge “Norme a garanzia del rispetto e del principio della rappresentanza di genere in materia di nomine e designazioni di competenza della Regione – Modifiche alla l.r. n.17/1996”. All’ordine del giorno anche la votazione dell’Ordine del giorno “Ospedale “Agostino Maresca” di Torre del Greco (NA)” e l’esame dei disegni di legge - “Disposizioni urgenti un materia di finanza Regionale” e “Variazione al Bilancio di Previsione per l’anno finanziario 2011” (anch’essi sottoposti alla condizione che vengano approvati prioritariamente dalla competente Commissione Bilancio, che il presidente Massimo Grimaldi ha convocato per domani dalle ore 11 ad oltranza).

Il Consiglio è, inoltre, convocato per lunedì 1° agosto dalle ore 10 ad oltranza per il proseguire l’esame dei disegni di legge di bilancio e per iniziare l’esame di un’altra proposta legislativa della Giunta: “Disposizioni urgenti in materia di coordinamento e raccordo istituzionale delle competenze in materia sanitaria e di accreditamento istituzionale”. All’ordine del giorno è iscritta anche la proposta di Legge di modifica dell’articolo 50 comma 2 dello Statuto regionale relativa alla variazione del numero degli assessori regionali.



Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©