Politica / Parlamento

Commenta Stampa

CONSULTA: ELETTO GIUSEPPE FRIGO


CONSULTA: ELETTO GIUSEPPE FRIGO
22/10/2008, 08:10

Nella serata di ieri, una delle due caselle finora rimaste vacanti si è sbloccata. Il PdL ha finalmente capito l'improponibilità della candidatura Pecorella e ha spostato la candidatura su Giuseppe Frigo, altro loro parlamentare. E su quello si sono concentrati anche i voti dell'opposizione che - molto lealmente - hanno votato compatti. Alla fine il candidato della maggioranza ha ottenuto 690 voti su 841 presenti, contro una maggioranza richiesta di 571 voti (l'elezione viene fatta da Camera e Senato riuniti in sessione comune, ndr).

Avvocato del foro di Brescia, uno dei cosiddetti "principi del foro", Frigo è stato Presidente dell'Unione Camere Penali, ed ebbe momenti di notorietà sia quando fu il difensore del Pool di Mani Pulite davanti la Corte Costituzionale, quando Bettino Craxi sollevò il conflitto di attribuzione, nel momento in cui venne emanato il mandato di arresto per l'allora Segretario del Partito Socialista; sia quando gesti alcune fasi relative al sequestro di Soffiantini. Avversario - ideologicamente parlando - del pool di Milano, ha sempre mostrato un ampio apprezzamento per tutte le modifiche legislative tese a legare le mani ai Pubblici Ministeri sia nelle indagini che durante i processi, appoggiando - con la proclamazione di numerose astensioni, all'epoca in cui era a Capo dell'UCP - proposte come la separazione delle carriere dei magistrati. Anche di recente, ha dato il suo entusiasta sostegno all'approvazione del lodo Alfano.

C'è da sperare che si ricordi che adesso il suo cliente si chiama "Costituzione", e sarà solo quello per i prossimi nove anni; anche se una delle prime decisioni cruciali che la Corte dovrà prendere sono proprio l'incostituzionalità e - probabilmente - a gennaio prossimo la costituzionalità del referendum proposto dall'Italia dei Valori che chiede l'abrogazione di questa legge.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©