Politica / Politica

Commenta Stampa

Anticipazione sul Corriere.it, ma con malizia

Continuano gli attacchi del "Team Gabanelli" a Di Pietro


Continuano gli attacchi del 'Team Gabanelli' a Di Pietro
01/03/2013, 20:11

Un articolo oggi sul Corriere.it a firma Sabrina Giannini riapre la vicenda della puntata di Report contro il leader dimissionario dell'Italia dei Valori, Antonio Di Pietro, accusato - ingiustamente come poi è stato dimostrato - di aver usato i soldi del finanziamento pubblico per acquistare immobili per se stesso e i propri familiari. 
Nell'articolo del Corriere si fa quindi un riassunto dell'attività di Di Pietro con diversi errori: lo si accusa di essere stato nei "salotti comodi della televisione che avevano un unico denominatore: l’assenza di un contraddittorio che potesse rispondere punto su punto alla sua requisitoria" (in realtà Di Pietro in Tv in campagna elettorale ha fatto poco più che qualche comparsata, dato che le trasmissioni sono state monopolizzate da Berlusconi, Monti e solo in piccola parte Bersani; agli altri sono rimasti le briciole. E di certo per Di Pietro non c'è mai stato il giornalista comodo, ndr), per esempio. Oppure che i voti di DI Pietro sono passati al Movimento 5 STelle, che in realtà ha fatto incetta sia nel Pd che nel Pdl. E molte altre cose palesemente errate. 
Ma è interessante la frase finale: "Intanto si dovrà chiarire che ne sarà della cassa dell’Idv che dovrebbe contenere ancora una trentina di milioni di euro di rimborsi elettorali. Con l’Idv inabissata il capitano Di Pietro aveva messo al sicuro la sua rielezione, che sarebbe stata certa se il movimento avesse superato lo sbarramento". Che significa: "si dovrà chiarire che ne sarà della cassa dell’Idv"? La cassa dell'Idv serve all'Idv, che è un partito perfettamente funzionante, anche se alle ultime elezioni è andato male. 
Ma questo articolo, fatto dalla stessa giornalista che aveva realizzato il servizio su Di Pietro a novembre, dando il via al killeraggio dell'Idv, conferma (per chi ce ne fosse bisogno) la malizia con cui è stato preparato  il servizio a suo tempo. E con l'intento chiaro di continuare a denigrare il leader dell'Idv. E quindi, dopo aver dato credito a persone condannate numerose volte per diffamazione contro Di Pietro; dopo aver manomesso la verità, parlando di decine di immobili comprati da Di Pietro (cosa che numerose sentenze della magistratura hanno detto non essere vero)... insomma, diopo tanto fango buttato addosso all'ex Pm, cosa si tirerà fuori? La testimonianza genuina di SIlvio Berlusconi? 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©