Politica / Regione

Commenta Stampa

Contrasto alla corruzione, Sommese: "con nuovo ordinamento da apripista nel Paese"


Contrasto alla corruzione, Sommese: 'con nuovo ordinamento da apripista nel Paese'
18/05/2012, 17:05

“Nel campo del contrasto alla corruzione, il modello definito dalla Giunta regionale della Campania con il nuovo ordinamento amministrativo farà da apripista in tutto il Paese.”

Così l’assessore alle Autonomie Locali Pasquale Sommese al termine del confronto svoltosi al Forum PA di Roma sul tema “Una nuova stagione nel contrasto alla corruzione”, a cui ha preso parte in rappresentanza del presidente Caldoro.

Erano presenti, con il capo di Gabinetto del ministro della Pubblica amministrazione Roberto Garofoli, il sindaco di Napoli Luigi de Magistris, il magistrato di Cassazione Raffaele Cantone, il capo dell’Ufficio legislativo del ministero degli Interni Bruno Frattasi, il rappresentante dell’Anci nazionale Angelo Lino Del Favero e il presidente di PromoPA Gaetano Scognamiglio.

“Il protocollo firmato ieri dal ministro Patroni Griffi, dal presidente Caldoro e dal sindaco De Magistris avvia nella Regione Campania e nel Comune di Napoli un piano organizzativo per l’individuazione dei settori a rischio corruttivo e delle misure idonee ad eliminarlo”, sottolinea Sommese.

“Si tratta di un provvedimento di straordinaria importanza, reso possibile dalle forti sinergie esistenti tra le istituzioni locali, che anticipa la legge nazionale in discussione in Parlamento.

“Con il nuovo ordinamento amministrativo in corso di attuazione, creiamo una Regione manageriale ed assicuriamo trasparenza, snellimento delle procedure e lotta alla burocrazia che rappresentano le precondizioni per sconfiggere la corruzione. Attraverso la semplificazione e l’accessibilità a tutti dei dati della PA perseguiamo con forza il raggiungimento del grande traguardo di innovare e modernizzare la Pubblica amministrazione”, conclude Sommese.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©