Politica / Regione

Commenta Stampa

Convention dei Verdi a Napoli con il Presidente Bonelli sul futuro dell' ecologia in Campania


Convention dei Verdi a Napoli con il Presidente Bonelli sul futuro dell' ecologia in Campania
21/07/2011, 16:07

Costruire una rete per affrontare nuove sfide, intraprendere assieme il percorso per la svolta, unire le più vaste rappresentanze ecologiste della Campania per contribuire al rilancio di una regione martoriata dall’inquinamento ambientale, politico e sociale del territorio. Il partito dei Verdi dà il via ai lavori condivisi per l'allargamento delle forze di rinnovamento, per la formazione di un gruppo compatto e cooperante che guarda con interesse al progetto della Costituente Ecologista: sono queste le linee guida che muoveranno la convention che si terrà venerdì 22 LUGLIO DALLE 10.30 ALLA SALA DEL CONSIGLIO PROVINCIALE DI NAPOLI A SANTA MARIA LA NOVA.
Alle 15.30 al Sindaco di Salerno Vincenzo De Luca sarà consegnata la maglietta di NapoliMania "Terroni non ci sono paragoni" per solidarità contro gli insulti degli ultimi giorni dell' allenatore del Verona.
I lavori verranno aperti alle 10:30 dal prete anticamorra Don Aniello Manganiello. Subito dopo interverranno Angelo Bonelli, presidente nazionale della Federazione dei Verdi, Vincenzo De Luca, Umberto Ranieri, presidente della fondazione Mezzogiorno Europa, Anna Donati, assessore alla mobilità del comune di Napoli, Livio Falcone, consigliere provinciale del PD. Moderatore del dibattito Vincenzo Peretti, docente di genetica veterinaria presso l’università Federico II di Napoli e responsabile del movimento “Riparthenapoli - Ecologisti Riformisti”. Alle ore 12 sarà la volta del commissario regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, e del segretario provinciale del partito, Carlo Ceparano. Alle ore 12:15 prenderanno la parola Luca Bonaccorsi, direttore del quotidiano Terra, Roberto Duraccio, portavoce dell’appello “Abbiamo un Sogno”, Venere Stanzione, presidentessa dell’associazione Mamme Vulcaniche Onlus, Sergio Sorrentino degli Ecologisti Riformisti, Emanuela Mellone di CleaNap, Aniello Morra del Movimento Napoletano delle Compostiere, Fabio Procaccini della Lipu, Laura Saffiotti del gruppo NonSoloCiripà (pannolini lavabili), il geologo Giovan Battista De Medici, l’imprenditore e pizzaiolo Gino Sorbillo, Sergio Fedele di Napolipuntoeacapo, i Friarielli Ribelli, gruppo attivo nel recupero delle aree verdi cittadine abbandonate, il presidente del WWF Campania Alessandro Gatto, il giornalista e attivista ambientale Francesco Servino, Angelo Di Prisco del Movimento Ecologista contro le discariche di Terzigno, Antonio Marfella dei Medici per l’ambiente (ISDE), Rosario Stornaiuolo della Federconsumatori, Andrea Guccione dell’associazione meridionalista Assud e i responsabili del canile Rifugio La Fenice di Ponticelli. Moderatore dei lavori Francesco Emilio Borrelli. Alle ore 15:30, dopo la pausa per il buffet, chiuderanno la convention gli interventi del SINDACO DI SALERNO VINCENZO DE LUCA seguito dal ricercatore della Federico II Luigi Esposito di Waves International, Adriana Campiglia dell’associazione Jamm Ripartire Insieme di San Giuseppe Vesuviano, Paolo Castaldo dell’associazione Watchdog, Rino De Martino, proprietario della libreria Treves di Piazza del Plebiscito, Davide Prato dei Giovani Ecologisti, Salvatore Petrilli, assessore al bilancio del comune di San Giorgio, Giovanni Amirante e Giuseppe Martusciello, consiglieri comunali di Quarto, Franco Santomartino, assessore all’ambiente del comune di Portici, Angela Giugliano, consigliere comunale del comune di San Gennaro Vesuviano, e i consiglieri delle municipalità di Napoli, Diana Pezza Borrelli, Marco Gaudini, Marco Usai, Gaetano Fiorito e Antonio Felice Rescigno.

Al termine dell' iniziativa i Verdi parteciperanno al nuovo attacco DEI FRIARIELLI RIBELLI. L'obiettivo è ripulire la Piazza antistante alla fermata della metro di viale Augusto, all'incrocio con Via Veniero.
L'appuntamento è per Venerdi 22 Luglio alle ore 17:00 sul posto.
Le aiuole versano in pessimo stato, però fortunatamente le piantine sopravvivono, avranno solo bisogno di acqua e un pò di cure!

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©