Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Il regime avrebbe svuotato i centri lager in cui erano

Copasir: Gheddafi ci sta mandando 15 mila immigrati africani


Copasir: Gheddafi ci sta mandando 15 mila immigrati africani
14/04/2011, 12:04

ROMA - Starebbero per arrivare almeno 15 mila immigrati dalla Libia, come ritorsione di Gheddafi per bloccare gli aiuti che dall'Europa stanno arrivando agli  insorti. E' quanto ha comunicato oggi il direttore dell'Aisi (i servizi segreti italiani) Giorgio Piccirillo al Copasir. Secondo le fonti che abbiamo in Libia, il rais libico ha dato l'ordine di svuotare i lager dove i centroafricani venivano chiusi a morire di fame e di sete, posti al limitare del deserto che separa il Paese dal Ciad. Dopo di che si stanno avviando queste persone verso uno dei porti in mano al regime, quello di Zuwarah, a 120 Km. da Tripoli. Qui già sono pronti pescherecci malandati ed altri gusci di noce su cui stipare queste persone per mandarle verso l'Italia.
Il calcolo fatto è quello di aumentare la tensione tra l'Italia e gli altri Paesi europei (sull'esempio dei continui attacchi mediatici che Maroni sta facendo alla Francia), in modo da spaccare il fronte comune dell'Europa ed ottenere una "stanchezza" dei governi europei nei confronti della Libia e che quindi cessino gli aiuti agli insorti.
Durante l'audizione di oggi, si è parlato anche della Tunisia, su cui Piccirillo è stato chiarissimo: i trafficanti di uomini guadagnano milioni di dollari. Per loro è facilissimo allungare qualche centinaio di dollari ad un poliziotto, affinchè non veda cosa succede, chi parte e chi non parte. E quindi che gli accordi fatti dal Ministro dell'Interno Roberto Maroni - già di per sè insufficienti - rischiano di essere in gran parte neutralizzati da questa situazione oggettiva.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©