Politica / Napoli

Commenta Stampa

Coppola: «Falsi invalidi, la nostra collaborazione decisiva per l’indagine»


Coppola: «Falsi invalidi, la nostra collaborazione decisiva per l’indagine»
08/02/2012, 16:02

«L’indagine sui falsi invalidi a Poggioreale sta andando avanti anche grazie alla nostra collaborazione con gli investigatori. Senza il nostro supporto tecnico, il cd con i file digitali delle cartelle cliniche bruciate nel rogo doloso e senza un palazzo municipale di “vetro”, purtroppo l’inchiesta sarebbe ancora davanti ad un vicolo oscuro». A dirlo il presidente della quarta Municipalità, Armando Coppola, che già l’indomani dell’incendio nelle stanze di via Gianturco che mirava a bruciare le prove di eventuali truffe, fornì la sua totale collaborazione alle forze di polizia: «Siamo stati lungimiranti - spiega - quando abbiamo deciso di digitalizzare tutti i documenti sensibili, allo stesso modo le forze dell’ordine ci hanno sempre sentiti vicini in questa battaglia contro i falsi invalidi perché non abbiamo mai in nessun modo intralciato le indagini che invece siamo stati bravi a favorire. Non abbiamo alcuna paura - continua il numero uno del parlamentino - e continueremo a lottare perché venga a galla la verità su questo nuovo scandalo, una verità che potrebbe essere già molto vicina». Coppola ribadisce infine che «la quarta Municipalità si costituirà parte civile negli eventuali processi che ci saranno a carico dei presunti truffatori dell’Inps, gravi raggiri che sono molto più di un’ipotesi come dimostrano gli oltre trenta arresti nel quartiere di Poggioreale effettuati appena la settimana scorsa».

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©