Politica / Politica

Commenta Stampa

Maroni: con Bossi "è tutto a posto"

Corteo leghista a Milano contro il Governo Monti


Corteo leghista a Milano contro il Governo Monti
22/01/2012, 12:01

MILANO –  Corteo della Lega contri il Governo Monti. A Milano hanno sfilato i leader leghisti, Umberto Bossi e Roberto Maroni, simbolicamente uno accanto all’altro, per dimostrare la pace fatta dopo le polemiche dei giorni scorsi Il corteo è partito da piazza Castello ed arrivato in una piazza Duomo gremita di leghisti.
Con Bossi "è tutto a posto", ha detto  l'ex ministro dell'Interno. "La Lega non è mai stata divisa", gli fa eco Bossi. "Sapevo che non sarebbe successo niente... Siete voi - aggiunge rivolto ai giornalisti- che lo speravate".
Centinaia i cartelli contro il governo dei professori: tra le varie scritte:  “Governo ladro, giù  le mani dalle pensioni e dalla casa”, “Basta Roma, basta tasse”, “Il governo è avvisato, la Padania e' incazzata” e 'No alla macelleria padana”.
 Al passaggio del corteo tanti applausi a Umberto Bossi e a Roberto Maroni. Tra gli slogan urlati “secessione”, e “Bossi, Bossi, vogliamo Umberto Bossi”.
Nonostante la presenza in piazza anche dell'ex capogruppo alla Camera Marco Reguzzoni ("Il mio non è stato un passo indietro ma e' la dimostrazione che non siamo attaccati alle poltrone", ha detto), non c'è stata alcuna contestazione nei confronti degli appartenenti al cosiddetto “cerchio magico”, come alcuni temevano. Unico cartello contestatore sostenuto da un militante recita “cerchio tragico” con al centro una foto di Umberto Bossi e Rosi Mauro e con sotto la scritta “salviamo il soldato Bossi”.

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©