Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Bocchino: "Sono estraneo alla vicenda"

Cosentino: la Giunta per le autorizzazioni rinvia al 18/11


Cosentino: la Giunta per le autorizzazioni rinvia al 18/11
11/11/2009, 14:11

ROMA - La Giunta per le autorizzazioni a procedere di Montecitorio, chiamata a discutere se concedere o meno le misure cautelari chieste dalla Procura di Napoli nei confronti del Sottosegretario all'Economia e Deputato della Camera Nicola Cosentino, ha deciso di rinviare la decisione al 18 novembre prossimo, per sentire lo stesso Cosentino.
Nel frattempo cominciano le smentite alle affermazioni rese dai pentiti che hanno dato il via all'indagine e che hanno riguardato diversi parlamentari di centrodestra. Il primo è stato Italo Bocchino, che ha detto di essere completamente estraneo all'inchiesta. Parlando della propria posizione, Bocchino fa notare che "si tratta di una citazione del tutto marginale in cui un pentito, elencando i parlamentari di quel territorio, inserisce anche il sottoscritto come appartenente ad un contesto che va inteso come territoriale e certo non riferito all'organizzazione camorristica". In riferimento poi a Cosentino, Bocchino specifica che, nonostante gli aennini sono stati sempre contrari alla sua candidatira a Presidente della Regione Campania, contro il collega
"devo dire che c'è veramente poco. Caso mai, c'è un po' di malcostume: le assunzioni, le raccomandazioni. Però mi sembra che oggettivamente non ci sia nulla che faccia riferimento a un concorso esterno in associazione mafiosa",

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©