Politica / Parlamento

Commenta Stampa

COSENTINO, MAI CRITICATO SAVIANO


COSENTINO, MAI CRITICATO SAVIANO
25/10/2008, 13:10

 “Non ho mai detto, né pensato che Roberto Saviano costituisca un intralcio alla lotta alla camorra e alle inchieste della Dda”. Lo afferma il Sottosegretario all’Economia, Nicola Cosentino, che aggiunge: “Al contrario, ho sempre considerato ‘Gomorra’, il libro di Saviano, un ben riuscito tentativo di conoscenza e denuncia di un fenomeno criminale pericoloso e in parte sconosciuto, che nel suo crescere e consolidarsi ha condizionato in negativo lo sviluppo di una parte della provincia di Caserta e la sua stessa immagine. Chiarito ciò, preciso anche che con quell’universo criminale, al quale il mio nome continua ad essere impropriamente associato, non ho mai avuto alcun rapporto, pur essendo nato a Casal di Principe”.
“Quel che invece è stato pubblicato sul quotidiano ‘La Stampa’, suscitando la reazione di un ex magistrato – spiega il parlamentare - sono da ritenersi delle considerazioni di carattere soggettivo, non condivisibili, mai concordate o asserite, fatte da un signore al quale, malgrado le reiterate insistenze, non è stata concessa alcuna intervista”.
“Alla luce di quanto scritto e accaduto, ritengo l’iniziativa del giornalista della Stampa, l’ennesimo tentativo di strumentalizzazione perpretato ai miei danni, utilizzando, questa volta, il nome e il lavoro di una persona, che – conclude Cosentino - pur non conoscendola, ne ho da sempre apprezzato lo spirito e il coraggio”.

 

Commenta Stampa
di Nico Pirozzi
Riproduzione riservata ©