Politica / Regione

Commenta Stampa

"Bassolino farebbe meglio a convincersi che non sarà eletto"

Cosentino: "Nel Pdl non ci sono conflitti e contraddizioni"


Cosentino: 'Nel Pdl non ci sono conflitti e contraddizioni'
09/01/2010, 10:01

 NAPOLI - “Più che alle presunte contraddizioni del Pdl bene farebbe Bassolino a guardare a ciò che accade in casa sua, dove la dialettica politica ha da tempo ceduto il passo alla guerra per bande”. Lo afferma il coordinatore regionale del Pdl, Nicola Cosentino, che aggiunge: “Il Pdl non è alle prese con alcun conflitto interno. E nessun terremoto politico si prospetta all’orizzonte”.
“Resterà deluso Bassolino – aggiunge il parlamentare – ma il livello di gradimento della classe dirigente del Pdl della Campania resta a livelli assai alti. Così come l’autorevolezza che esprime. Per quanto invece concerne l’Udc siamo convinti che nessuna alleanza sarà mai possibile tra chi, per anni, dai banchi dell’opposizione ha combattuto una battaglia per il ripristino della legalità politica, e chi, dagli scranni della maggioranza, ha puntualmente disatteso le aspettative dei cittadini e degli elettori”.
Bene farebbe Bassolino a convincersi che nessuna prova d’appello gli sarà concessa. Per lui e per la coalizione che rappresenta il tempo delle riflessioni e dei buoni propositi è scaduto. In Campania c’è bisogno di aria nuova: di progetti seri e di una classe politica all’altezza delle sfide. Ma l’unico a non essersene ancora reso conto – conclude Cosentino - sembra essere proprio lui”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©